Salpingite cronica nodosa | GravidanzaOnLine

Anonimo

chiede:

Buongiorno Dott.ssa,
volevo
porle una domanda.
6 anni fa sono stata
operata di appendicite in
peritonite con conseguente chiusura delle
tube.
Dopo qualche mese ho
eseguito un’isterosalpingografia, e sull’esito
c’era scritto che ho la
tuba di sinistra ritorta su se stessa e la destra a
corona di rosario,
quindi salpingite cronica nodosa.
Dopo questo esito ho
incominciato la
via crucis dei ginecologi, tutti con parerei diversi
(ovviamente), per
come trattarle in prossimità di una gravidanza che io 5
anni fa non
cercavo, ma adesso che sono sposata da un anno si.
Per farla
breve
adesso sono in cura all’ospedale San Raffaele e tra 13 giorni
inizierò
le punture (enantone) e poi tutto il resto che il protocollo
richiede
per una fivet o ICSI, ovviamente abbiamo effettuato tutti gli esami
richiesti dal centro e sono tutti a posto, ho fatto anche
un’isteroscopia
per un piccolo polipino e la biopsia, tutto ok!!!! Utero e ovaie perfette e
lo spermiogramma di mio marito, nella norma.
La mia
domanda è questa:
ho
un’incredibile paura che le mie tube siano
peggiorate (non so perchè), e
quindi che l’impianto non possa avvenire,
in quanto ho letto che
un’idrosalpinge e una sactosalpinge non aiutano
per niente.
Ovviamente ne ho
parlato con il medico che mi ha in cura al
centro, e mi ha detto che non
dovrebbe essere il mio caso e che se
fosse si vedrà poi…..!!!!
Volevo
sapere se ci sono sintomi
particolari per un’idro o un sacto, so che spesso
sono quasi
inesistenti, ma a volte ho delle piccole fitte forse dovute alle
aderenze…. oddio!!!
Volevo anche dirle che il ginecologo precedente,
mi ha
fatto avere rapporti liberi con mio marito per un anno,
nonostante le tube
chiuse e , primo non sono mai rimasta incinta,
secondo non ho mai avuto
gravidanze extrauterine, può essere indice di
qualche cosa????
La ringrazio
anticipatamente per la sua gentile
risposta.
Distinti Saluti

Redazione

Redazione

risponde:

Cara Cinzia,
stia tranquilla e faccia la fecondazione in vitro senza
dubbi. Le sue tube sono evidentemente chiuse. Se proprio vuole, può
fare una laparoscopia diagnostica ed eventualmente operativa per
asportarle del tutto, ma mi sembra inutile.
Cordiali saluti

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Ginecologo