Anonimo

chiede:

Buongiorno, vorrei un consulto, domani sono alla 37esima settimana di gravidanza, prima bambina femmina. Tutto iniziò alla strutturale che la feci alla 22+1, mi evidenziarono un po’ di meno il liquido e la flussimetria delle arterie uterine risulta alterata con valori a destra con nocht protodiastolico (IR 0.64) e con un peso di 510 gr. Dalla 22esima alla 30settimana ho preso la cardioaspirina (dalla 30 la ginecologa decise di staccarmela). Feci un’altra eco alla 30 e tutto risultò buono, sia liquido, peso e placenta. Alla 33esima settimana vado a farmi un’altra eco e mi riscontrarono placenta di 2 grado, peso basso di una settimana, e liquido inferiore alla norma, solo che i flussi erano buoni ed anche il tracciato. Sono arrivata alla 36+5 con un peso di 2 kili e 400, mi hanno prescritto seleparina. Volevo sapere da che cosa può essere procurato questo ritardo di crescita???? Avrà conseguenze in futuro mia figlia??? Attendo vostre risposte.

Redazione

Redazione

risponde:

Gentile Signora, i ritardi di crescita che avvengono dalla 30 sett. in poi circa, sono causati da una funzione diminuita della placenta. Se il compenso che il feto mette in atto non va oltre certi limiti, stabiliti mediante ecografie di livello avanzato, in genere non succede nulla. È la valutazione ecografica accurata che stabilirà se il bimbo dovrà nascere subito oppure no.
Un saluto

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Ginecologo