Rischi di gravidanza dopo IVG - GravidanzaOnLine

Rischi di gravidanza dopo IVG

Anonimo

chiede:

Egregio Dottore,
sono una donna di quasi 33 anni. Il 30 Maggio scorso mi sono sottoposta ad un intervento di interruzione volontaria della gravidanza. Successivamente ho avuto rapporti non protetti con il mio fidanzato, il quale ha interrotto l’eiaculazione. Lui, infatti, non riesce a tollerare fisicamente il preservativo e si sente sicuro nell’adottare questo metodo che ritiene certamente anticoncezionale.
Il mio ginecologo mi ha detto che nei 40 giorni successivi all’IVG non dovrei essere fertile e mi ha altresì consigliato di iniziare a prendere la pillola anticoncezionale solo al ripresentarsi del ciclo (ovvero
all’incirca al 40.mo giorno). Le mie domande sono le seguenti: – potrei essere effettivamente fertile in questo periodo (se sì, con quali percentuali di probabilità)? – l’assunzione della pillola prima del 40° giorno dall’IVG ha effetti contraccettivi sicuri? – quali sono i rischi di una gravidanza in questo momento, per me e per il feto? La questione mi arreca grande ansia. La prego, quindi, di voler rispondere alle mie domande con sollecitudine. Ringraziando anticipatamente per la cortese disponibilità, invio distinti saluti.

Gentile signora Claudia,
dopo un’interruzione di gravidanza devono rimettersi in funzione i
meccanismi ormonali ciclici, che impiegano un po’ più dei “normali” 14 giorni
per produrre un ovulo; il periodo di circa 40 giorni che le è stato indicato
corrisponde al verificarsi di un flusso mestruale che, con buona
probabilità, consegue ad una ovulazione. A mio parere avrebbe fatto bene ad
iniziare la pillola anticoncezionale fin dal giorno stesso dell’intervento,
acquisendo così subito la sicurezza contraccettiva; visto però che così non
è stato, dovrà necessariamente attendere il prossimo flusso mestruale per
iniziarne correttamente l’uso. Nel caso in cui restasse incinta in questo
ciclo, sarebbe la conferma che ha ovulato regolarmente e che la cavità
uterina ha accolto senza problemi l’ovulo fecondato, per cui, se lo
desiderasse, potrebbe proseguire tranquillamente la gestazione. Cordiali
saluti.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande
Ti è stato utile?
Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...

Specializzazione

  • Ginecologo