Raschiamento dovuto a mola vescicolare parziale… - GravidanzaOnLine

Anonimo

chiede:

Egregi Dottori, sono una donna di 33 anni, madre di una bimba di 3 anni.
Il 14/10/2005 sono stata sottoposta a raschiamento per aborto dovuto a mola
vescicolare parziale. A quella data i valori della BHCG erano pari a 74745.83
mU.I./ml. I valori della beta hanno poi avuto questo escursus:
all’11/11/2005 = 739.10 mUI/ml; al 24/11/2005 = 293.79 mUI/ml; al 12/12/2005
=828.38 mUI/ml; al 27/12/2005 = 261.66 mUI/ml; all’11/1/2006 = 32.69 mUI/ml;
al 6/2/2006 = 58.07 mUI/ml.
La mia ginecologa dice che è tutto normale e non devo preoccuparmi
nonostante la beta a distanza di quattro mesi dal raschiamento non sia
ancora azzerata; in ogni caso ritiene che non sia opportuno, per ora,
somministrarmi farmaci antitumorali. Allo stato, nonostante non sia incinta,
ho un ritardo delle mestruazioni (ultime mestruazioni al 2/1/2006, ad oggi
9/2/2006 nulla).
Sono piuttosto preoccupata. Vorrei sapere se a vostro parere occorre che mi
sottoponga ad ulteriori accertamenti o analisi, o se piuttosto devo
considerare “normale” il decorso della mia malattia. Spero in una Vostra
risposta (e la seconda volta che Vi scrivo). Vi ringrazio fin d’ora.

Redazione

Redazione

risponde:

Io eseguirei in ogni caso una eco transvaginale ad altissima risoluzione. In caso di normalità della eco, direi che il Suo decorso potrebbe per certi versi definirsi tutto sommato regolare. Ovviamente obbligatori i controlli e se solo dovesse nutrire qualche dubbio o la beta dovesse nei prossimi mesi avere un andamento ambiguo, non in discesa, ascolti pure il parere di un altro specialista oppure esprima i suoi dubbi direttamente alla sua ginecologa.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Ginecologo