Ragade anale - GravidanzaOnLine

Anonimo

chiede:

Egregio Dottore,
circa quattro mesi fa sono stata operata di una ragade anale con
fistola.
L’intervento è andato ok. Sono stata visitata più volte dopo
l’intervento.
Il medico, per ultimo, mi ha consigliato in caso di ricomparsa dei
dolori
di fare un ciclo di venuroton per 10 giorni, uso di Ruscoroid e
regolazione dell’alveo anale. Ho notato che l’utilizzo del dilatan
è il
rimedio più efficace ma mi domando se non abbia controindicazioni.
Mi
potrebbe consigliare a tale riguardo?
Grazie
Cordiali Saluti

Gentile Signora,
le ragadi, piccole fessure anali, simili a quelle prodotte agli
angoli delle labbra dalla febbre, sono frequenti specie per lo
sforzo
necessario ad evacuare o per le feci troppo dure.
Modifichi la sua dieta con verdure morbide e poche scorie, eviti
grassi, spezie, cioccolato, vino, fumo, ecc. ma soprattutto beva
molta
acqua; specie appena sveglia due bicchieri
insieme di acqua normale con una pera matura o due kiwi, faccia
trascorrere un’ora prima di fare colazione e vedrà un netto
miglioramento.
Tutte le pomate hanno un’azione chimica e farmacologica e
modificano
comunque il ph della mucosa, il che nella persona sana non è utile.
Per proteggere la mucosa può essere utile l’assunzione di un
cucchiaio di olio di vaselina per bocca, la sera; inoltre l’uso di
acqua e di fermenti lattici aiuterà una migliore composizione delle
feci.
Usi solo poca carta igienica morbida e lavi solo con acqua tiepida;
attenzione alle unghie nel lavaggio!!
Nel suo caso, dopo l’intervento, non dovrebbe avere necessità del
Dilatan; ogni caso va comunque valutato accuratamente poiché la fistola può
avere un esito condizionante.
Auguri

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Colonproctologo