Anonimo

chiede:

Salve dott., sono una donna di quasi 33 anni, aspetto il mio secondo figlio. A quasi 12 settimane ho fatto la translucenza che ha dato risultati nella norma e il bitest, il quale solo la trisomia 18 è risultata intermedia (1/541), da lì mi hanno chiesto di fare la premorfologica a 18 settimane, tutto è risultato nella norma però mi hanno chiesto di fare un ecocardio fetale per scrupolo. Alla morfologica a 20+5 gg mi hanno detto di fare anche un’ecografia di 2° livello e anche qui pur essendo tutto nella norma mi hanno parlato di scrupolosità. Premetto che la bambina era in posizione podalica e le uniche misure più piccole rispetto alla media erano bpd 44 mm e cc 164 mm e mi hanno tranquillizzato dicendomi che essendo appunto in posizione podalica le ossa del cranio si adattano alla forma dell’utero in queste settimane. Le mie domande sono: è vero che la posizione podalica può influenzare le misure? Ed è necessario fare tutti questi controlli come l’ecocardio fetale e l’ecografia di 2° livello nonostante sia tutto nella norma? Grazie per l’attenzione

Redazione

Redazione

risponde:

I feti podalici spesso presentano una condizione chiamata dolicocefalia che consiste nell’avere la testina lievemente appiattita ai lati per ragioni plastiche. Ne risulta che il diametro biparietale può apparire minore. Tale condizione è assolutamente priva di significato.
Le ecografie di secondo livello dovrebbero essere eseguite in ogni gravidanza per ridurre al minimo sorprese alla nascita relativamente frequenti in gravidanze seguite con eco di base secondo le quali era tutto regolare.
Un saluto

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Ginecologo