Pillola e conseguenze - GravidanzaOnLine

Anonimo

chiede:

Buongiorno dottore, le scrivo perchè mi sta succedendo qualcosa che non comprendo appieno. Mi chiamo Francesca ed ho 22 anni. Sono quasi due mesi che assumo la pillola anticoncezionale Estinette, insieme al Normocis prescrittomi dalla ginecologa. È capitato, due o tre volte, che dimenticassi la pillola e la prendessi con un paio d’ore di ritardo, ma ho letto sul bugiardino che non ci sono problemi se presa entro 12h dall’ora prevista. Venerdì ho avuto alcuni episodi di vomito forte, e ho pensato solo dopo che probabilmente ho vomitato anche la pillola presa poco prima. Da venerdì non ho più vomitato, ma mi è rimasta una forte nausea. Ieri mattina, al decimo giorno di pillola sono comparse delle (abbastanza piccole) perdite di sangue, accompagnate da i classici doloretti premestruali e mestruali, che continuano tuttora (sia i dolori che le perdite). Ho cercato su internet la cosa, dove ho letto che può essere normale prendendo la pillola, e c’è da preoccuparsi solo in alcuni casi, come ad esempio se ci sono stati episodi di vomito. Inoltre, non so se è attinente, oggi mi è capitato di vedere, un paio di volte, tutto sfocato, sia cose grandi a breve distanza, come ad esempio le persone, sia cose più piccole e difficoltose come può essere una lavagna. Le chiedo un consiglio su come comportarmi, cosa pensare e se preoccuparmi o meno. La ringrazio infinitamente ed anticipatamente, cordiali saluti,

Redazione

Redazione

risponde:

Gentile Francesca, si consiglia di prendere la pillola alla stessa ora per eccesso di zelo.
Se una pasticca non viene assunta entro 12 ore (o non assorbita a sufficienza per vomito o interferenze con altri farmaci), almeno teoricamente, si riduce la efficacia contraccettiva.
Analogamente una assunzione non regolare, può comportare spot ematici.
Spot ematici possono anche comparire transitoriamente, o costantemente in caso di pillola non adatta ad una determinata persona.
Se prima di assumere il farmaco ha effettuato (come dovrebbe essere) i controlli di rito (compresa ecografia), non dovrebbero esserci motivi di preoccupazione.
Nel caso di persistenza di spotting, potrebbe essere necessaria cambiare il tipo di pillola.
Quello che invece prenderei maggiormente in considerazione, sono i sintomi oculari.
Benché sintomi come i suoi possano capitare a tutti per varie cause (es. cadute pressorie etc), bisognerebbe essere sicuri che non siano implicati fattori vascolari.
Se lei infatti avesse alcuni tipi di mutazione genica dei fattori coagulativi, la pillola sarebbe controindicata in quanto in grado di facilitare fenomeni trombotici, nonostante la assunzione dell’acido folico.
Le consiglio di effettuare una visita oculistica e un prelievo di sangue per la determinazione dei fattori genici coagulativi.
Un saluto

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande
Ti è stato utile?
Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...

Specializzazione

  • Ginecologo