Anonimo

chiede:

Salve dottore, sono alla 17° settimana di gravidanza sono alta 1,60 cm prima
della gravidanza pesavo 57 kg sono stata sempre attenta alla linea dato
che ho la tendenza ad ingrassare e le scrivo per presentarle il mio piano
alimentare e avere un suo parere, fino ad ora ho preso più di 5 kg mi
sembrano però troppi dato che non ho fatto nessun abuso, ad esempio ieri
ho mangiato a colazione latte scremato e cereali integrali, a pranzo una fetta di carne di cavallo spinaci lessati 40 g di pane integrale e un kiwi, nel pomeriggio uno yogurt naturale e una fetta d’ananas, a cena 1 piatto di minestrone di verdure 1 cucchiaio di parmigiano grattugiato 40 g di pane integrale 1 kiwi e prima di andare a letto un bicchiere di latte scremato, ecco, a parte qualche peccato di gola 1 o 2 volte la settimana la pizza il sabato e la pasta la domenica a pranzo, è questo il mio tipico regime alimentare cambiando ovviamente ogni gg le fonti di proteine 2 uova la settimana la carne bianca, rossa il pesce i legumi ecc. non ho mai abusato nell’uso di olio sale e zucchero bevo circa 1,5 litri d’acqua al gg e vado in palestra regolarmente. Io credo che meglio di così non
potrei comportarmi sa dirmi a cosa è dovuto il mio eccessivo aumento di
peso e darmi magari qualche consiglio in più? Mi sono prefissata di
aumentare massimo di 12 kg, ma continuando così credo che li supererò. In attesa di una sua cordiale risposta le porgo i miei saluti.

Cara lettrice, premesso che ovviamente nessun nutrizionista serio le potrebbe fornire consigli dettagliati sull’alimentazione senza
un’accurata indagine che può essere condotta solo in ambulatorio, mi
permetto di rispondere dal momento che vedo nel suo messaggio alcuni
elementi che caratterizzano quello che viene comunemente ritenuto un
modo “sano” di mangiare, ma che si discosta fortemente dallo stile
alimentare “mediterraneo” che sano lo é davvero, e non per credenza
diffusa ma per centinaia di studi scientifici che lo hanno dimostrato.
Ad esempio, credere che la pasta sia un “peccato di gola” ci porta
dritti verso un regime alimentare iperproteico (in gravidanza leggasi
“affaticamento renale” che si aggiunge a quello che in certa misura é
quasi fisiologico) e/o iperlipidico (in gravidanza leggasi
“sovrappeso”)? Poi, perché bere il latte scremato (12 kcal di
differenza rispetto a quello normale)? Perché mangiare i cereali (un
eccesso di fibra a colazione riduce l’assorbimento del calcio dal
latte, elemento il cui fabbisogno in gravidanza aumenta del 50%)? In
conclusione le suggerisco di affrontare con spirito più rilassato
l’aspetto alimentare della sua gravidanza, che, detto per inciso,
procede sostanzialmente normopeso.
Cordialmente,

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Nutrizionista