Malformazione dell'utero | GravidanzaOnLine

Anonimo

chiede:

Buongiorno, ho 32 anni e cerchiamo ad avere un figlio, ho cambiato ginecologo perché mia ginecologa prima non mi ha nemmeno fatta controllare sangue, nè mai misurato la pressione alla visita e quando abbiamo deciso di provare a concepire un figlio mi ha detto: “Sei sana smetti la pillola, non serve aspettare, potete provare subito”… Quindi cambio ginecologo e dopo una visita ginecologica sono stata sconvolta perché finora non mi ha mai nessuno fato diagnosi del genere. Sapevo che l’utero è retroverso, però non lo sapevo della malformazione dell’utero. Dott. scrive: L’utero è retroverso, mobile, gli annesso appaiono liberi. All’ecografia ginecologica transvaginale l’utero appare omogeneo il diametro anteroposteriore, misure 28 mm. L’endometrio in fase escretiva misura 7 mm. In prossimità del fondo si evidenzia una piccola insellatura che non sembra clinicamente rilevante. L’ovaia estra disomogenea, misura 23x 21 mm, mentre l’ovaia sinistra presenta un corpo luteo recente e misura 32 x 18 mm Or mi ha detto di provare a concepire per 8 mesi e se non succeda niente faremo una isteroscopiao una metroplastica isteroscopica. Io ero in shock e non trovavo delle domande sono andata via piangendo e non so a chi rinvolgermi perché non conosco molto nella zona che abito per il trasferimento e vorrei sentire un altra opinione visto che se ne sentono tante. Come mai che dopo tutti 32 anni appena adesso mi vanno a scoprire dopo una visita questo problema? Posso veramente concepire senza dei esami (che in libi della gravidanza consigliano a fare dei esami se come alla futura mamma se come a papa). E quante possibilità ho per concepire un figlio senza intervento? E cosa soprattutto mi consigliate su tutto ciò che e scritto sopra… Noi ormai stiamo provando per 6 mesi e non ha successo nulla nonostante io uso dei test del ovulazione quindi sappiamo che nei giorni della fertilità proviamo sicuramente . Vi ringrazio dal cuore per le risposte, perché vivo malamente questi 6 mesi. Saluti

Redazione

Redazione

risponde:

Non credo ci sia tutto questo allarme. Del resto il suo ginecologo parla di “piccola insellatura che non sembra clinicamente rilevante”. Quindi non sembra una reale malformazione ma quasi una variante della norma. Per una diagnosi più precisa occorre aggiungere un’ecografia transvaginale tridimensionale e un’isteroscopia: di metroplastica si potrà parlare solo in caso di diagnosi finale. Per il momento è solo un’ipotesi. Sei mesi non sono affatto tanto e non ritengo neanche utile andare “a caccia” del giorno dell’ovulazione, salvo ammalarsi di ansia. Abbiate una regolare e naturale vita di coppia, con rapporti spontanei per almeno un anno, prima di fare altri esami. Al più suo marito potrebbe fare un esame del seme giusto per escludere problemi a suo carico. Cordiali saluti.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Ginecologo