Ipertrofia della parete atrio-ventricolare | GravidanzaOnLine

Anonimo

chiede:

Gentile dottore, oggi mi è stata fatta l’ecografia standard per il 3° trimestre di gravidanza (sono alla 32^ settimana + 3 giorni) e l’ecografista ha rilevato una lieve ipertrofia della parete atrio-ventricolare destra con lieve dilatazione del cono di eiezione della polmonare. Per questo motivo mi ha consigliato ecocardiografia fetale, che ho subito prenotato nell’ospedale consigliato… ma devo aspettare un mese! Da un certo punto di vista penso che se fosse stata una cosa grave mi avrebbero dato l’appuntamento con una certa urgenza ma dall’altra non essendo un medico mi sono un pò spaventata, anche in base alle frasi di accompagnamento a questo consiglio, tipo: “non voglio prendermi la responsabilità di dire che va tutto bene finche non ho visto l’ecocardiografia”, “prima del parto queste cose vanno sapute perchè il cuoricino affaticato potrebbe risentirne”, “impossibile che nessuno lo abbia mai rilevato nelle ecografie precedenti”. Aspettando di fare questo esame più specifico, mi potrebbe spiegare esattamente che cosa significa questa ipertrofia e cosa concretamente può comportare? In attesa di una sua risposta, per cui la ringrazio anticipatamente, le porgo distinti saluti.

Redazione

Redazione

risponde:

Gentile Signora, la descrizione non è molto chiara. Vi sono talvolta dei quadri ecografici sospetti, quasi sempre per problemi tecnici di visualizzazione del cuore, per esempio nei casi di obesità della gravida, o quando il feto è in una posizione non favorevole. Capita così di vedere un’asimmetria delle varie camere cardiache, non necessariamente dovuta ad un’anomalia. Tuttavia, in caso non vi sia la sicurezza di una regolare conformazione del cuore, è utile il ricorso ad un esame di II livello. Lo scopo è esattamente quello che le hanno spiegato, e cioè di programmare la sede e la data del parto nel caso di un’anomalia che possa dare scompenso cardiaco. Non bisogna meravigliarsi di cosa sia stato visto o no negli esami precedenti. Le avranno spiegato più volte che non è possibile visualizzare sempre tutte le anomalie. Infatti, la capacità di fare diagnosi prenatale di malformazione dipende da molteplici fattori e, anche nelle migliori condizioni, c’è un certo numero di anomalie, specialmente cardiache, che possono sfuggire, anche nei migliori centri del mondo. Cordiali saluti.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Ginecologo