"Dovrei indirizzarmi verso la PMA?"

Anonimo

chiede:

Buonasera, chiedo un suo gentile parere sulla mia situazione. Ho 40 anni e alla mia prima gravidanza (cercata per oltre due anni) ho avuto un aborto interno alla 11esima settimana (gravidanza ferma probabilmente dalla decima da quanto rilevato ecograficamente). Ho dovuto effettuare il raschiamento tre settimane fa.

Sono ancora in attesa della mestruazione e ho ancora, sporadicamente, qualche lievissima perdita post raschiamento. Quanto è necessario attendere prima di tentare una nuova gravidanza? E soprattutto, vista la mia età non più giovanissima, il tempo impiegato per questa prima gravidanza e il suo esito, posso ancora sperare di concepire naturalmente e senza problemi, o è meglio indirizzarsi subito verso la PMA? Grazie

Salve signora, a circa un mese dall’increscioso evento è necessario effettuare una visita di controllo presso il ginecologo con ecografia pelvica transvaginale al fine di controllare che sia tutto nella norma e che “l’evento” aborto non abbia lasciato problematiche a carico dell’utero .

Per quel che riguarda la ricerca della gravidanza invece è possibile tentare fin dai primi cicli successivi all’aborto stesso. Data la sua età comunque consiglio di rivolgersi sempre a un medico della fertilità perché, sebbene una donna su tre abbia nella propria storia ostetrica un aborto alle proprie spalle, consiglierei comunque di approfondire la questione sia al fine di massimizzare le possibilità di gravidanza, sia perché l’età della donna è dirimente ai fini di una gestazione sana.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande
Ti è stato utile?
Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...

Specializzazione

  • Ginecologo

Categorie