Anonimo

chiede:

Salve, mi chiamo Giovanna e ho 23 anni. Il 17 luglio 2013 ho dato alla luce una meravigliosa bambina. Dopo 15 gg dal parto ho avuto una forte febbre e sono collassata. Ricoverata d’urgenza al policlinico di Pavia mi è stata diagnosticato un shock settico e quindi sepsi (setticemia). Sono stata in rianimazione per una settimana… nel trasporto da casa all’ospedale, il personale della Croce Rossa ha provato ad inserirmi i lavaggi, ma non trovando vene, hanno inserito un catetere alla femorale della gamba dx. Trasferita a reparto hanno poi diagnostica una trombosi per via del catetere… ho iniziato una cura di eparina. Dopo 15 gg sono stata dimessa perchè ripresa alla grande ma ho continuato a fare la cura di eparina sino al mese di novembre. Mese in cui ho effettuato una visita da un chirurgo vascolare che mi ha comunicato di non avere più nulla. Ma mi ha prescritto di prendere degli anticoagulanti orali (Vessel) per altri due mesi. Ora la mia domanda è questa: c’è possibilità che io rimanga incinta in questi due mesi di terapia orale??? Grazie in anticipo

Redazione

Redazione

risponde:

Gentile Giovanna, il vessel non è un anticoagulante orale anche se migliora il circolo e non ha grossa rilevanza ai fini di una gravidanza. Significa che si può rimanere gravida anche assumendo vessel, il quale a sua volta non crea problemi alla gravidanza stessa. Consulti ad ogni modo il
Telefono Rosso per maggiori informazioni sul farmaco. La decisione su quando possa essere adeguato intraprendere una nuova gravidanza la potrà prendere con i suoi medici in base al suo decorso clinico.
Un saluto

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande
Ti è stato utile?
Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...

Specializzazione

  • Ginecologo