"Dopo essermi licenziata mi sono accorta di essere incinta: cosa posso fare?"

Anonimo

chiede:

Buongiorno avvocato, ho dato le dimissioni e scoperto successivamente di essere incinta. Come posso tutelarmi? La ringrazio per la risposta.

Avv. Sara Girelli

risponde:

Buongiorno signora, le dimissioni durante il periodo di gravidanza devono essere convalidate dal Ministero del Lavoro e senza convalida non producono effetto e si considerano nulle. Lei pertanto può decidere di ritirare le dimissioni e quindi non farle convalidare e l’azienda è tenuta ad accettare la prosecuzione del rapporto a nulla rilevando il fatto che lei non abbia comunicato al datore di lavoro il suo stato di gravidanza.

Deve pertanto consegnare al datore di lavoro una lettera del medico che attesti il suo stato di gravidanza antecedente alle dimissioni. Così avrà diritto alla conservazione del posto fino ad un anno del bambino, all’astensione obbligatoria e all’indennità inps.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande
Ti è stato utile?
Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...

Specializzazione

  • Avvocato

Categorie