Anonimo

chiede:

Buongiorno, ho quasi 39 anni e otto giorni fa ho subito un intervento di revisione uterina (aspirazione e raschiamento), per un aborto ritenuto (ero all’11^ settimana, senza alcun battito fetale). Alla visita prima della dimissione mi è stato detto che presentavo ancora alcuni coaguli e mi sono state date due piccole pillole rosse (purtroppo non ne ricordo il nome: Mytril o qualcosa del genere), da assumere per facilitarne l’espulsione. Tre giorni fa, di sera, mi sono comparse delle perdite di sangue in tutto simili a mestruazioni, coi tipici dolori, ma nei due giorni precedenti ho avuto forti dolori ad utero ed ovaie, come se l’utero venisse strizzato e le ovaie pungevano, con dolore che si irradiava anche alle gambe ed alla schiena. Stamattina ho espulso quello che credo sia un coagulo, di un paio di cm, fatto per metà di una sostanza gelatinosa e rosso scura e per metà di una sostanza più compatta, biancastra e granulosa. Ora mi chiedo se queste che ho, siano davvero mestruazioni (mi avevano detto però che sarebbero ricomparse solo fra 28 – 40 giorni) o solo il mio utero che si sta “ripulendo”. Non so neppure a chi altro chiedere, oltre a voi, perché non ho un ginecologo di fiducia (quello che mi aveva seguito per la gravidanza l’ho visto solo un paio di volte), e, soprattutto, non so in generale a chi bisogna rivolgersi per avere un chiarimento veloce sui dubbi che vengono, senza aver la necessità di fare una visita. Ringrazio per l’attenzione e resto in attesa di risposta. Cordiali saluti,

Redazione

Redazione

risponde:

Cara Roberta, ha espulso un coagulo. La situazione dovrebbe normalizzarsi a breve. In caso contrario esegua un’ecografia ed un dosaggio della bhCG per cautela. Un saluto

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Ginecologo