Sara

chiede:

Salve! Premetto che sono in buona salute, la gravidanza procede bene e io non ho né pressione bassa né alta. Ho però le gambe molto gonfie e quindi esteticamente brutte da vedere, tanto che le tengo coperte a luglio (e così farò ad agosto ) con molta ritenzione e gonfiore. Anche caviglie e piedi sono gonfi.

Volevo sapere se assumere la bromelina (mi hanno detto che aiuta molto a sgonfiare) può causare danni al bambino. O se posso assumerla post parto, in allattamento. Manca un mese! Idem per i sali di Epsom. Riduce molto i liquidi e avrei voluto fare degli impacchi (impacchi esclusivamente sulle gambe e non da mettere in vasca ed immergermi). Anche in questo caso, qualora io non potessi fare gli impacchi ora, sarà possibile farli in allattamento? La ringrazio molto, ma non so più cosa fare….

Dott. Luca Zurzolo

Dott. Luca Zurzolo

risponde:

Gentile signora, la ritenzione di liquidi in gravidanza è purtroppo molto frequente; specialmente nel terzo trimestre e nei mesi caldi dell’anno, il fenomeno tende a manifestarsi con maggiore frequenza.

Impacchi o bagni con il sale di Epsom non sono controindicati né in gravidanza né in allattamento e anzi possono favorire il benessere materno. La bromelina invece è sconsigliata sia in gravidanza che in allattamento.

Valuti l’opportunità di indossare delle calze compressive che, favorendo il ritorno venoso, darebbero grande sollievo alla sua condizione. Cordiali Saluti.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Ginecologo

Categorie