Accrescimento fetale (bdp e hc) | GravidanzaOnLine

Anonimo

chiede:

Salve, vorrei sapere se queste misurazioni sono da ritenere nella norma? sono state fatte in 32 settimane +3 BDP 7,71 cm HC 29,34 cm AC 28,71 cm FL 6,50 cm FL/HC 22% (RANGE 19-21%) presentazione cefalica liquido amniotico normale flussimetria 0,60 per confronto, riporto anche le misurazioni fatte in 20 settimane +4: BDP 4,96 cm HC 18,73 cm AC 15,41 cm FL 3,37 cm FL/HC 18% (RANGE 16-20%) Il ginecologo non ha detto nulla al momento dell’ecografia ma quando ho ripreso in mano le carte ho visto che il bdp e l’hc sono di molto inferiori al 50% (quando alla precedente ecografia morfologica non lo erano). È una situazione da tenere sotto controllo? Ringrazio molto per l’attenzione. Cordialmente

Redazione

Redazione

risponde:

La invito a leggere se vuole su gol la mia monografia sulla biometria fetale.
Dalla sua epoca in poi i ritardi di crescita si manifestano prevalentemente anche se non esclusivamente a carico della circonferenza addominale. Anche se prendere le misure è cosa relativamente semplice, a volte anche una piccola variazione nel posizionare i caliper può creare notevoli differenze, soprattutto se vengono effettuate come spessissimo se non sempre accade, ecografie di base.
Se dovesse avere dei dubbi, esegua (se non già eseguita) una ecografia di secondo livello. Valuterà il medico ecografista se controllare l’incremento settimanale dei vari parametri fetali. Questo perché identificare quando possibile precocemente ritardi di crescita da insufficienza placentare, richiede competenze in genere non alla portata della ecografia di base.
Il suo quadro, almeno da quello che mi scrive, non mi sembra però preoccupante.
Un saluto.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Ginecologo