Perdita della tonicità della muscolatura del pavimento pelvico dopo il parto: gli esercizi da fare

Perdita della tonicità della muscolatura del pavimento pelvico dopo il parto: gli esercizi da fare

I normali eventi della vita femminile, come gravidanza e parto, contribuiscono a indebolire il pavimento pelvico, al pari di lesioni dovute a interventi chirurgici o i prolassi genitali. Si aggiungono poi menopausa e invecchiamento. Non vanno comunque sottovalutati anche fattori “governabili” con uno stile di vita più sano e attento, come stitichezza, obesità, fumo, eccessivo consumo di caffè e tè.

La gravidanza ed il post-partum sono due momenti particolari in cui possono manifestarsi delle perdite improvvise, soprattutto a causa delle modificazioni posturali, l’aumento di peso e lo spostamento degli organi della regione del basso addome a causa della crescita del feto. Nella gran parte dei casi, le piccole perdite sono un fenomeno transitorio, che se trattato con la giusta attenzione regredisce nel corso di pochissimo tempo.

Il tipo di perdite che caratterizza questo periodo è principalmente da sforzo: il peso degli organi interni e del bambino grava maggiormente sulla vescica e in concomitanza con movimenti bruschi (passo di corsa, discesa delle scale, starnuti e colpi di tosse) la muscolatura può non essere in grado di fornire un adeguato supporto dando come risultato una fuoriuscita di piccole gocce.
I muscoli del pavimento pelvico possono essere però allenati a contrastare questo inconveniente, allenandoli con costanza sia prima che durante la gravidanza. Subito dopo il parto sarà poi possibile affiancarli ad altri esercizi che, grazie al recupero della postura corretta, contribuiranno alla risoluzione completa del problema.

Dopo una corretta diagnosi, viene sempre suggerita una modifica dello stile di vita, un’alimentazione ricca di fibre e una limitazione del consumo di caffè e tè. Un altro passo importante è la rieducazione vescicale, semplici esercizi che portano i primi benefici.

Fondamentale resta però la presa di coscienza dell’esistenza del problema: spesso le piccole perdite vengono trascurate per vergogna da parte delle donne di ammettere di soffrire di questo problema; è bene ricordare che praticare attività sportiva o frequentare una palestra non sono assolutamente forme di movimento utili per contrastare l’insorgenza del problema, ma che bisogna intervenire attraverso esercizi specifici.

APPROCCI ED ESERCIZI PER LA MUSCOLATURA PELVICA

Gli esercizi di Kegel

Dell’approccio curativo alla contrazione del muscolatura del pavimento
pelvico fanno parte i Kegel, ovvero particolari esercizi di contrazione messi a punto dal Professore di Ginecologia Arnold Kegel con lo scopo di rinforzare il muscolo pubo-coccigeo; gli esercizi consistono in sostanza in una alternanza di contrazione e decontrazione della muscolatura che costituisce il pavimento pelvico e sono consigliati nel trattamento e prevenzione del prolasso uterino, il prolasso vaginale e per contrastare l’incontinenza derivante dall’iperplasia prostatica e dalle prostatiti nell’uomo. Studi clinici svolti a partire dagli anni ’50 ad oggi ne hanno dimostrato, se eseguiti correttamente e con costanza, l’efficacia.
La corretta tecnica di esecuzione di questi esercizi prevede l’esecuzione di contrazioni della durata di 10” intervallati da pause di uguale lunghezza, da eseguirsi 3 volte al giorno per 10 ripetizioni ciascuna sessione.

A causa della tipologia di lavoro muscolare che il pavimento pelvico svolge per espletare la sua funzione, non ha alcun significato eseguire gli esercizi mediante brevi, repentine e brusche contrazioni: infatti la principale attività di questa muscolatura, quella per cui va rinforzata, è quella di mantenere un adeguato stato di tono in modo da opporsi alla pressione che i visceri della cavità addominale esercitano sulla vescica, evitando così che si verifichino problemi di “tenuta” con il conseguente verificarsi di perdite improvvise.

È comunque bene ricordare che anche il sovra-esercizio va assolutamente evitato, perché può invece provocare l’affaticamento muscolare e aumentare le perdite come effetto indesiderato.
È bene ricordare che l’esecuzione di questi esercizi durante la minzione (interruzione e ripresa del flusso dell’urina) è seriamente sconsigliato in quanto a lungo andare può indebolire la muscolatura e a causa di un incompleto svuotamento della vescica può aumentare il rischio di incidenza di infezioni delle vie urinarie.

La Pelvicore Technique

Ultima nata nel quadro degli esercizi per la funzionalità pelvica è la Pelvicore technique, un programma di esercizi dedicato alle donne di ogni età e livello di allenamento, mirato a tonificare i muscoli del pavimento pelvico, gli addominali e i muscoli dorsali, al fine di riacquistare l’equilibrio e il controllo del corpo.
Questo particolare tipo di allenamento unisce esercizi tipici del rafforzamento della muscolatura del pavimento pelvico a esercizi più generali di tonificazione muscolare e core training, partendo dal presupposto che si debba dare sostegno agli organi sia dall’interno (ovvero agendo sulla muscolatura specifica), sia dall’esterno migliorando la postura.

La combinazione di esercizi e tecniche di fisioterapia, non solo tonifica i muscoli del pavimento pelvico, ma aiuta anche a sostenere la parte centrale del corpo, migliorando la postura, la mobilità e il controllo. Dopo poche settimane di allenamento i benefici sono visibili a differenti livelli: l’addome è più tonico e si osserva un miglioramento generale della forma fisica, si ha un maggior controllo motorio, i dolori dorsali e articolari tendono progressivamente a diminuire. Inoltre le donne che praticano la pelvicore technique rilevano un miglioramento della vita sessuale unito a una risoluzione degli episodi di perdite improvvise.
È clinicamente provato che la pelvicore technique è efficace nel prevenire e curare i problemi di piccole perdite in molte donne; fino al 70% delle donne soggette a perdite da sforzo, che segue con costanza il programma, migliora visibilmente il proprio problema.

Schede illustrate con alcuni semplici esercizi di facile esecuzione:

esercizi-pavimento-pelvico-tav1-Testo

=================================================================

esercizi-pavimento-pelvico-tav2-Testo

=================================================================

esercizi-pavimento-pelvico-tav3-Testo-

=================================================================

esercizi-pavimento-pelvico-tav4-Testo