featured image

Subito dopo il parto

Una volta che il bambino è nato, viene sottoposto a numerosi esami per verificare il suo stato di salute. La madre potrà avvalersi di questo periodo in ospedale per riposarsi e conoscere il proprio bambino.

I primi esami del bimbo

Subito dopo il parto l’ostetrica, insieme al medico, si prenderanno cura del piccolo per la sua prima visita medica. Gli esami sono necessari per verificare le funzioni ed escludere eventuali complicazioni.

La prima valutazione praticata sul bambino si chiama indice di Apgar. È un esame molto importante perché grazie ad esso è possibile stabilire come il bambino reagisca una volta fuori dal grembo materno e quale sia il suo livello di vitalità iniziale. Quando l’indice di Apgar è di 10/10 vuol dire che il bambino risponde molto bene ai nuovi stimoli vitali, presenta un colorito roseo e un bel pianto sonoro. Ci sono dei casi in cui il bambino, dovute a complicazioni di vario tipo, abbia sofferto durante il parto e che a queste primissime difficoltà  risulti un indice Apgar tra il 3 e il 7. Se i medici valutano l’esame negativo, il bambino viene portato con urgenza in sala di rianimazione.

All’indice di Apgar segue un esame neurologico che permette di valutare quale sia il livello di forza muscolare e i riflessi del bambino. Subito dopo ci sarà il controllo della vista e dell’udito. In caso di incertezze vengono eseguiti esami in maniera più approfondita per escludere eventuali problemi o, nel caso ce ne siano, di studiarli.

Il soggiorno in maternità 

Il parto è senza dubbio un momento di  grande stress fisico per la donna: il corpo ha bisogno sicuramente di recuperare tutte le energie perdute. Il modo migliore per farlo è quello di riposarsi molto e la degenza in ospedale ti aiuterà a farlo, ma solo per i primi tre giorni. Ricorda che subito dopo il parto avrai la montata lattea, approfittane anche per attaccare il tuo bimbo al seno.

Il tuo stato di salute

In questo periodo la tua salute viene tenuta sotto controllo, lasciati coccolare e approfitta tranquillamente delle cure in ospedale e riposati più che puoi.

Un aiuto prezioso

Per le giovani mamme inesperte, una equipe di puericultrici e ostetriche sarà di fondamentale importanza. La loro presenza in reparto ti darà la possibilità di imparare molte cose, a partire dai primi gesti fondamentali per la cura nei confronti del tuo bambino. Potrai, inoltre, rivolgere loro domande, dubbi e approfittarne della loro disponibilità per chiedere consigli.

Il momento delle visite

Senza dubbio il momento delle visite è un momento di grande partecipazione e di affetto da parte di amici e parenti che, curiosi di conoscere il nuovo arrivato, si affollano nella stanza della neo- mamma per congratularsi. La madre, però, dovrebbe riposare e trascorrere questi momenti da sola con il nascituro, quindi sarebbe opportuno che i parenti evitassero di far visita durante i primi giorni.

condivisioni & piace a mamme