featured image

Stretching post-allenamento 2° trimestre

Il ‘pancino’ inizia a vedersi e pian piano il corpo si adatta ai cambiamenti del corpo modificando la postura. È bene iniziare a concentrare la nostra attenzione sulla parte lombare per prevenire il mal di schiena attraverso il suo allungamento.

Iniziamo con la retroversione del bacino. Dalla posizione eretta, divarichiamo le gambe, appoggiamo le mani sopra le ginocchia e facciamo il gatto, ovvero espirando facciamo la gobba e inspirando inarchiamo dalla parte opposta la schiera invertendo la sua curvatura. Respiriamo con la massima regolarità. Per eseguire l’esercizio più tranquillamente, senza incorrere nell’iperventilazione, possiamo ‘sdoppiare il tempo’, ovvero espiriamo e curviamo la schiena. Rimaniamo in questa posizione, inspiriamo, espiriamo e solo alla successiva inspirazione invertiamo la curvatura.

stretching2_1stretching2_2stretching2_3

Ora, sempre facendo perno con le braccia sulle ginocchia che rimangono flesse, distendiamo un gomito. La torsione della schiena così eseguita, garantirà  la mobilità dell’intera colonna. L’esercizio va eseguito lentamente, continuando a respirare profondamente. Alternare destra e sinistra.

stretching2_4

Dopo la torsione della schiena, ripetere ancora per qualche minuto l’esercizio iniziale della retroversione del bacino.

Quindi allunghiamo tutta la schiena e i glutei assumendo questa posizione: sedute sui talloni, flettetevi in avanti con il busto appoggiando le mani a terra. Mantenete la posizione per un minuto respirando profondamente.

stretching2_5

Quindi mettiamoci in ginocchio, stendiamo una gamba davanti, alziamo le braccia al cielo e allunghiamoci verso la gamba stesa: l’effetto stretching è assicurato!!! Attenzione a non ‘ingobbire’ la schiena. Ritornare alla posizione di partenza. Ripetere l’esercizio 4/5 volte sempre dalla stessa parte, passare poi al successivo prima di cambiare gamba.

stretching2_6stretching2_7stretching2_8

Quindi appoggio le mani a terra (se riesco, in caso contrario le appoggio sulla gamba tesa) e spostando il bacino in avanti, piego la gamba che prima era tesa. Rimango in questa posizione per qualche secondo, poi ritorno a quella di partenza. Ripeto l’esercizio lentamente per 4/5 volte. Successivamente cambio gamba e riprendo dall’esercizio precedente.

stretching2_9stretching2_10

Finisco allungando nuovamente tutta la schiena e i glutei assumendo la posizione del bambino: sedute sui talloni, flettetevi in avanti con il busto appoggiando le mani a terra. Mantenete la posizione per un minuto respirando profondamente.

stretching2_11

condivisioni & piace a mamme