featured image

Come preparare il seno all’allattamento: massaggi ed esercizi

La maggior parte degli esperti consiglia di cominciare a preparare il seno all’allattamento 6-8 settimane prima del parto. Questo è particolarmente importante nei casi in cui il capezzolo è poco sporgente o addirittura retratto, poiché ne facilita la fuoriuscita. Inoltre, la manipolazione dell’areola e del capezzolo ne aumentano la resistenza e riducono alcune complicanze determinate dalla suzione, come le ragadi; si tratta di piccole screpolature della pelle, piuttosto dolorose, che si formano a raggiera intorno al capezzolo. Possono essere dovute ad una scorretto posizionamento del neonato al seno. Per prevenirle è fondamentale che il bambino si attacchi in modo corretto e succhi con calma, senza agitazione.

Massaggi al seno ed esercizi: preparazione all’allattamento

Ecco una serie di esercizi e massaggi da eseguire tutti i giorni per qualche minuto in previsione dell’allattamento naturale:

  • Durante il bagno o la doccia, massaggiate per qualche minuto l’areola e il capezzolo esercitando una lieve pressione circolare con un guanto di crine. Dopo esservi asciugate, massaggiateli ancora con l’olio di mandorle. Questa manovra irrobustisce la pelle.
  • Rotazione del capezzolo. Afferrate il capezzolo tra pollice ed indice, e ruotatelo nei due sensi, orario e antiorario. Questo ne favorisce l’estroflessione.
  • Stiramento del capezzolo. Appoggiate i pollici ai bordi dell’areola e stiratela in senso prima orizzontale, poi verticale. Questa manovra facilita la rottura delle aderenze alla base del capezzolo.
  • Spremitura manuale. Mettete pollice e indice sul bordo areolare ed eseguite dei movimenti ritmici di spremitura. La spremitura manuale è consigliata anche nell’allattamento al seno prima di ogni poppata. Permette, con la fuoriuscita del colostro, di lubrificare e di disostruire i dotti galattofori.
  • Massaggio della mammella. Mettete le due mani con le dita a piatto sotto il seno con i pollici verso l’alto, poi salite facendo scorrere le dita verso l’areola, comprimendo la ghiandola. Passate con le dita attorno al capezzolo, e tornate giù, sempre comprimendo. Il massaggio della mammella è consigliato anche durante l’allattamento al seno, prima di ogni poppata, fin dal primo giorno dopo il parto. Questa manovra permette di evitare la congestione mammaria.

Tutte queste manovre possono essere eseguite con l’aiuto di creme e oli, appositamente studiati, con proprietà emollienti, elasticizzanti e protettrici.

Scopri tutte le info utili e i consigli del medico specialista per allattare al meglio il tuo bebè => Allattamento al Seno: domande e risposte

 

condivisioni & piace a mamme