'Ho perso i primi passi di mia figlia e ho pianto' - GravidanzaOnLine

“Per Wimbledon ho perso i primi passi di mia figlia”, le lacrime di mamma Serena

Serena Williams, impegnata nel torneo di Wimbledon, ha perso i primi passi della figlia Alexis Olympia: "Ho pianto", ha detto la campionessa di tennis.

La mamma è impegnata negli allenamenti del torneo di Wimbledon e la piccola Alexis Olympia, di dieci mesi, si “allena” a stare in piedi sulle proprie gambe e muove i primi passi.

Un momento che Serena Williams, come capita a molte mamme lavoratrici, ha perso, con grande dispiacere. Ne ha parlato in un tweet che ha presto raccolto la solidarietà di migliaia di mamme che, come lei, condividono la difficoltà di conciliare lavoro e famiglia e si trovano, loro malgrado, a “perdere” dei pezzi.

“Ha mosso i suoi primi passi… mi stavo allenando e me li sono persi. Ho pianto”, ha scritto la campionessa di tennis. A porre la questione sotto una luce diversa, invece, ci ha pensato Chrissy Teigen: “Sta facendo solo pratica per farti vedere quelli veri“, ha risposto a Serena la modella, moglie del musicista John Legend e neomamma a sua volta.

La maternità della campionessa di tennis aveva aperto la discussione sui diritti delle mamme nel mondo dello sport, riguardo l’opportunità o meno che Williams rientrasse in campo nella rosa delle “teste di serie” del torneo londinese, quando – per ovvie ragioni legate al recupero della forma fisica postpartum – le sue performance si erano notevolmente abbassate di livello.

Intanto, dalla 25esima posizione in tabellone a Wimbledon, la Williams sta scalando la classifica e, dopo aver battuto agli ottavi la russa Rodina, sfiderà l’italiana Camilla Giorgi ai quarti di finale.

Sui social, intanto, la campionessa non manca di lanciare messaggi motivazionali alle neomamme che, come lei, stanno affrontando sfide su più fronti. “Capita a qualcuno di dover mettere tutine aderenti? Per tutte le mamme là fuori che hanno avuto una riabilitazione tosta dopo il parto. Ecco qui. Se posso riuscirci io, potete anche voi”.

Ti è stato utile?
Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...

Categorie