Giornata Internazionale del cane 2021: perché i bambini ne vogliono uno?

Il 26 agosto 2021 si celebra la Giornata Internazionale del cane che, dal 2004 è ormai giunta alla sua 17° edizione. Ma perché i bambini ne desiderano uno tutto per loro?

Il 26 agosto 2021 si celebra la Giornata Internazionale del cane. Un giorno dedicato all’amico più fidato dell’uomo e dei bambini. Avere un animale domestico in casa sviluppa nel bimbo il senso di amicizia, lealtà ed empatia.

L’obiettivo della celebrazione annuale è quello di galvanizzare le persone per riconoscere il numero dei cani che devono essere salvati ogni anno. Infatti, dai dati riferiti dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), ci sono più di 300 milioni di cani nel mondo e il 70% di essi sono dei senzatetto. Sensibilizzare l’opinione pubblica, soprattutto nei periodi delle vacanze quando gli abbandoni degli animali domestici raggiungono livelli impressionanti, è fondamentale per eliminare tale piaga sociale.

Con l’adozione di un cane a giovarne non sarà solo l’animale ma soprattutto la famiglia e il bambino, in modo particolare. Perché, i bambini ne vogliono uno ? Scopriamo i benefici di avere un amico a quattro zampe e perché la Giornata internazionale del cane è così importante.

L’importanza di festeggiare fido: come nasce la Giornata Internazionale del cane

Tutto partì nel 2004 grazie all’impegno dell’attivista statunitense per i diritti degli animali ed esperta di animali domestici Collen Paige. Il giorno in cui si celebra la giornata – il 26 agosto – non è una data casuale. Infatti, è proprio in quel giorno di 10 anni prima che Collen adottò per lei il suo primo cane.

Da quel giorno, ogni anno, è celebrata la giornata internazionale del cane in tutto il mondo. In questo giorno si fa elogio a tutte le razze di cani esistenti, da quelli dedicati al salvataggio delle vite umane in contesti difficili, ai cani anti-droga sino ai cani domestici.

Un cane è davvero l’amico più fidato dell’uomo e vivere in sua compagnia apporta notevoli benefici a livello fisico e psicologico.

Dormire con un animale domestico aiuta il sonno dei bambini, lo studio

I benefici per il bambino di avere come amico un cane

Amatissimi dai più piccini di casa (e non solo), i cani sono considerati da tutti gli animali perfetti  dei bambini. Crescere in compagnia di un cucciolo apporta molti benefici non solo sotto il punto di vista fisico ma soprattutto psicologico e mentale.

La presenza di un animale in casa può rappresentare un valore aggiunto all’educazione dei bambini. Grazie alla compagnia di un cane o un gatto il bambino sarà in grado di comprendere e rispettare le diversità e imparerà a essere molto più responsabile. Tra gli altri benefici, che la compagnia di fido regala al bimbo, ci sono:

  • maggiore stabilità emotiva: un bimbo che ha un cane tende a riversare su quest’ultimo tutte le sue emozioni, più o meno belle come la paura, l’amore e le ansie. In questo modo si attiva nel bambino un maggiore controllo della propria emotività nel corso della sua crescita;
  • migliora la capacità di comunicazione e l’acquisizione del linguaggio: parlare con il cane rappresenta per il bimbo una palestra logopedica spontanea che vede, nella comprensione da parte dell’animale, un forte rinforzo positivo;
  • aiuta la formazione della personalità e la diminuzione della timidezza: il cane può diventare una presenza decisiva in quelle famiglie in cui il bambino presenta problemi di timidezza o di inserimento fra pari, fornendo un ponte affettivo che il bimbo stesso utilizzerà per affrontare momenti difficoltosi nella propria vita;
  • migliora la qualità della vita nei bambini con disabilità: i cani, così come i gatti e i cavalli, sono utilizzati all’interno della cosiddetta pet therapy. Una terapia che in Italia sta prendendo sempre più spazio, in questo modo il bimbo può trae beneficio a livello psicofisico e motorio dalla convivenza con l’animale domestico.

Tra gli altri benefici per il bambino che vive con un cane in casa segnaliamo:

  • la diminuzione dello stress;
  • lo sviluppo del senso di protezione e sicurezza;
  • il non avere il timore di essere giudicati da terze persone;
  • lo sviluppo dell’attività motoria;
  • la riduzione del rischio di obesità.
Cani e bambini: le 5 regole per una convivenza felice

Perché i bambini vogliono un cane tutto per loro?

Questa domanda si lega inevitabilmente ai benefici che un animale domestico apporta al bambino nel momento che entra in contatto con la sua vita in modo stabile.

Si sa che i bambini sono affascinati dagli animali e in modo particolare dai cani e, per tale motivo, aspirano ad averne uno tutto per loro. Non c’è una reale risposta a tale quesito, o meglio, la risposta potrebbe essere talmente semplice da risultare poco credibile per molti adulti.

Un bimbo desidera un cane per sé principalmente per il senso di amicizia e affetto che solo un animale domestico è in grado di dare. Con l’amico a quattro zampe, il bambino sarà in grado di dormire da solo la notte nella sua cameretta perché si sentirà protetto e al sicuro, ma non solo.

Avrà maggiore disponibilità di contribuire in casa perché “deve dare il buon esempio all’amico” e prenderà esempio proprio da lui per imparare a gestire stati d’animo ed essere maggiormente empatico verso il prossimo.

Naturalmente il bambino deve comprendere che avere un animale di compagnia in casa non vuol dire avere un giocattolo e i genitori, prima di adottare un cane, dovranno scoprire se si tratta di un interesse autentico o solo di un capriccio momentaneo, magari sorto perché l’amichetto del cuore ha, a sua volta, un animale domestico.

Per questo, il suggerimento è di non acconsentire subito alla prima richiesta del bimbo ma solo dopo un attento e accurato dialogo con esso. In tal modo mamma e papà avranno la certezza che non si tratti di un capriccio del momento e, cosa ancora più importante, che il bambino abbia ben chiaro che avere un cane in casa è un impegno che comporta responsabilità e cura, si spera per tutta la vita. Quello che donerà, poi, il cane al proprio padroncino? Tutto l’amore del mondo senza remore o condizionamenti, ma questo si sa.

Seguici anche su Google News!
Ti è stato utile?
Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...

Categorie

  • Bambino (1-6 anni)