A causa della pandemia molte donne durante il corso della gravidanza hanno subito più o meno gravi complicanze dovute alla presenza dell’infezione da Covid.

Il National Institute of Child Health and Human Development Maternal-Fetal Medicine Units Network in merito a ciò, ha riferito che la frequenza di parto cesareo, parto prematuro e ipertensione correlata alla gravidanza era aumentata nelle donne in stato interessante che hanno sviluppato malattie critiche a causa del Covid-19.

Oggi, con la nuova variante Delta, i rischi per le future mamme di incorrere in altre complicazioni sembra molto elevato.

Vaccino Covid in gravidanza: i falsi miti che mettono a rischio la salute

Covid in gravidanza: la variante Delta aumenta il rischio di complicanze

Se l’anno precedente, con la stagione estiva che ha diminuito la trasmissibilità del virus tra la popolazione, i medici hanno tirato un sospiro di sollievo per i rischi di complicazione sulle donne incinte, con la variante Delta, altamente contagiosa, gli specialisti di tutto il mondo ritornano a preoccuparsi.

L’ondata della variante Delta ha segnato un numero più elevato di donne in gravidanza affette da Covid negli ospedali e nelle unità di terapia intensiva rispetto alle precedenti ondate.

Come riportato su obstetrics&gynecology, la Dott.ssa Akila Subramaniam, Prof.ssa associata presso la Divisione di medicina materno-fetale dell’Università dell’Alabama al Birmingham ha dichiarato:

Abbiamo visto un aumento allarmante delle pazienti in gravidanza ricoverate in ospedale con la variante Delta a luglio e agosto. Ancora di più, molti dei nostri pazienti partorivano prematuramente a causa degli effetti del virus.

Contrarre il Covid in gravidanza aumenta il rischio di preeclampsia

Lo studio sulle donne incinte e la variante Delta

Un team di ricercatori dell’Università dell’Alabama a Birmingham ha monitorato, nei mesi che vanno da marzo 2020 ad agosto 2021, i tassi di ammissione e gli esiti materni e neonatali delle pazienti in gravidanza affette da Covid presso l’UAB Hospital.

I risultati dello studio sono stati messi a confronto tra i gruppi prima dell’ondata della variante Delta e durante la variante Delta.

  1. Prima della variante Delta, (luglio 2020) l’ospedale ha registrato il più alto ricovero di donne in gravidanza con Covid attivo. Nel totale le donne in stato interessante ricoverate sono state 28, tre delle quali sono state ricoverate nell’unità di terapia intensiva.
  2. Durante la variante Delta, (nei primi 18 giorni del mese di agosto 2020) le pazienti incinte ricoverate sono state 39, di cui 11 in terapia intensiva.

I primi risultati hanno evidenziato una grave morbilità e complicanze associati alla variante Delta e alla gravidanza. La Dott.ssa Jodie Dionne, Direttrice associata di UAB Global Health presso il Center for Women’s Reproductive Health, ha dichiarato:

Le donne incinte sono una popolazione ad alto rischio con bassi tassi di vaccinazione in generale. C’è una disinformazione in circolazione che causa dubbi sui vaccini o minimizza l’effetto del virus.

Questo studio evidenzia quanto possa essere pericoloso contrarre il virus, in particolare la variante Delta, per la mamma e il bambino.

Gli studiosi, dall’indagine effettuata, evidenziano alle donne in stato interessante, di seguire le raccomandazioni della Society of Maternal-Fetal Medicine, dell’American College of Obstetricians and Gynecologists e dei Centers for Disease Control and Prevention per provvedere alla vaccinazione in modo da scongiurare la grave morbilità e la mortalità perinatale.

Seguici anche su Google News!
Ti è stato utile?
Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...

Categorie

  • Gravidanza