Neonati al mare: si può? A cosa fare attenzione? - GravidanzaOnLine

Con l’arrivo dell’estate, sono molti i genitori con bambini piccoli che si chiedono se per loro il mare sia adatto. Quali sono i consigli da seguire quando si portano i neonati al mare?

Ci sono cose a cui bisogna prestare attenzione, e altre da portare sempre con sé quando si va in spiaggia? Ce ne parla il nostro pediatra, il dottor Francesco Pastore.

Neonati al mare: si può?

È consigliabile andare al mare coi neonati?

Assolutamente sì, i bambini possono andare al mare anche da molto piccoli. C’è solo un aspetto, fondamentale, a cui bisogna prestare la massima attenzione: l’orario in cui si devono portare i bambini al mare, o la mattina presto, o nel tardo pomeriggio.

I genitori ne sono consapevoli?

Sembrerebbe di no. Ma evitare categoricamente le ore centrali è fondamentale. Purtroppo questo spesso non succede: tante volte il lunedì siamo tempestati di telefonate da parte di genitori che, dopo un weekend di mare, devono fare i conti con bambini che hanno febbre, scottature e ustioni; tutto questo perché vanno al mare in orari sconsigliati, che anzi andrebbero vietati.

Cosa consiglia in questi casi?

Creme dopo sole, impacchi di acqua fredda, e aspettare che passi. Ma soprattutto, cambiare abitudini e non portare assolutamente bambini così piccoli in spiaggia in orari caldi.

Andare al mare offre qualche vantaggio per la salute dei bambini?

Assolutamente sì. Andare al mare fa bene perché l’aria del mare, soprattutto quella che viene respirata vicino alla riva, è un vero e proprio aerosol naturale. Contiene sostanze come lo iodio, il calcio, il cloruro di sodio. Soprattutto lo iodio favorisce l’attività della tiroide, che per i bambini piccoli è fondamentale.

Si può fare il bagno?

Certo, anche i neonati possono fare il bagno. Bisogna stare attenti a idratare spesso la loro pelle, particolarmente sensibile; l’acqua salata infatti disidrata la cute. Naturalmente si dovrebbe evitare il bagno quando il mare non è pulito, ma questo sta al buon senso di ogni genitore.

La creme solari vanno applicate anche ai neonati?

Sì, non ci sono dubbi su questo; è giusto proteggere anche i bambini più piccoli con una buona crema solare.

I 4 consigli d'oro per proteggere i bambini dal caldo

Neonati al mare: 3 cose a cui fare attenzione

Quando si va al mare con bambini molto piccoli, la cosa più importante a cui bisogna fare attenzione è l’orario. Ecco le raccomandazioni del dottor Pastore:

È fondamentale evitare in modo categorico gli orari che vanno dalle 10.30 alle 16.30/17.00, cioè quando i raggi ultravioletti sono nocivi. Va benissimo portare i bambini la mattina presto, dalle 7 alle 9 e mezza, o nel pomeriggio dopo le 17.

Bisogna evitare le ore centrali anche se si sta all’ombra?

Assolutamente sì, questo è un mito da sfatare. Di fatto l’ombra non esiste, nel senso che non protegge dal sole, perché i raggi ultravioletti passano anche sotto l’ombrellone.

Un secondo aspetto riguarda il bagno nell’acqua di mare che, essendo ricca di sale, disidrata particolarmente la pelle. Il bagno si può fare, richiede soltanto delle piccole accortezze:

Neonati e bambini piccoli possono fare il bagno, ma bisogna ricordarsi di sciacquarli con acqua dolce subito dopo, perché l’acqua salina disidrata la cute dei bambini (il bambino avrà una disidratazione tanto maggiore quanto è più piccolo, perché la sua cute è più ricca di acqua).

Infine, non bisogna mai lasciare i bambini molto piccoli incustoditi:

Quello dell’annegamento è un problema serio. Spesso vedo dei bambini molto piccoli che vengono messi in queste vaschette, piccole piscine gonfiabili, con un po’ d’acqua. I genitori pensano di poter stare tranquilli mentre i bambini giocano. In realtà è pericolosissimo perché il bambino potrebbe scivolare; ricordiamo che un neonato può annegare in appena 5 cm d’acqua.

Cosa portare con sé

neonati al mare

Come ci ha spiegato il dottor Pastore, il mare è assolutamente salutare e consigliabile per i bimbi più piccoli. Rinforza il sistema immunitario, e ha innumerevoli benefici come la presenza di iodio. Alcuni luoghi comuni, secondo i quali i bambini si ammalerebbero più degli altri o si agiterebbero sono del tutto infondati, e vanno completamente smentiti.

Per l’esperto, nella borsa del mare non deve mai mancare una crema solare. Quando si parte per una vacanza più lunga, oltre alla crema, si possono portare un termometro, dei probiotici, un antibiotico ad ampio spettro, un antipiretico, una crema cortisonica, un antistaminico, dei sali minerali, una crema idratante dopo sole e una per i traumi:

Si tratta di piccoli accorgimenti se si vuole evitare di andare in farmacia. Poi se un bambino ha dei problemi particolari, ogni genitore saprà meglio come comportarsi nello specifico. Non dimentichiamo lo scopo principale della vacanza: la cosa più importante è stare bene e rilassarsi.

Articolo originale pubblicato il 10 giugno 2020

In collaborazione con

Categorie

  • Neonato (0-1 anno)