Dentizione neonati: sintomi e rimedi - GravidanzaOnline

Dentizione neonati, come comportarsi: sintomi e rimedi

I primi denti dei bambini spuntano tra il quarto e il settimo mese di vita e la dentizione si completa intorno ai tre anni. Diversi sono i fastidi quando i piccoli sono alle prese con questa novità, ma ci sono diversi modi per alleviare questi sintomi

La dentizione dei neonati (o dentizione decidua) inizia già nel grembo materno, intorno alla settima settimana, ma è raro che un neonato nasca già con il primo dentino fuori dalla gengiva. Solitamente spuntano tra il quarto e il settimo mese di vita, in alcuni rari casi dopo il primo anno.

Dentizione neonato: calendario e tempi

La tempistica di crescita è soggettiva, varia da bambino a bambino e va analizzata e valutata dal proprio medico: solitamente coinvolge tutta l’età pediatrica (0-14 anni). Le ragioni del ritardo nelle varie fasi di dentizione non sono necessariamente indice di una malattia o di una carenza nutritiva.

I motivi, molteplici, generalmente hanno più a che vedere con la personale crescita del bambino e con la storia familiare. Se i genitori hanno messo i denti tardi, è probabile che capiti anche ai figli, ma non c’è da preoccuparsi e ciò non comporta alcun rischio.

L’ordine è, solitamente:

  • 6-8 mesi: incisivi mediani inferiori
  • 8-10 mesi: incisivi mediani superiori
  • 9-12 mesi: incisivi laterali superiori
  • 10-13 mesi: incisivi laterali inferiori
  • 12-18 mesi: primi molari inferiori e superiori
  • 16-24 mesi: canini inferiori e superiori
  • 24-30 mesi: secondi molari inferiori e superiori

Intorno ai 3 anni il bambino ha in bocca tutti i suoi 20 denti da latte, cinque per ogni semiarcata. I decidui hanno un colore chiaro, perché contengono più sostanze organiche e idriche.

Questa colorazione lattescente è dovuta anche al loro sviluppo intrauterino, che ne ha determinato scarsa esposizione a pigmenti esterni, come quelli alimentari. Rispetto ai permanenti, i decidui sono anche più piccoli, a eccezione dei secondi premolari, e hanno le radici più lunghe delle corone (la corona è la porzione visibile nel cavo orale).

Sintomi della dentizione neonati

Si capisce che sta per spuntare il primo dentino quando si comincia a vedere la gengiva gonfia, irritata e un piccolo puntino bianco.

I sintomi più frequenti che si notano nei bambini quando sono alle prese con questo fenomeno sono:

  • irritabilità, irrequietezza
  • difficoltà a dormire
  • rifiuto del cibo
  • eccessiva salivazione (scialorrea), che può irritare la pelle del viso e intorno alla bocca originando dermatiti
  • leggero stato febbrile e mal di stomaco
  • raramente febbre alta o diarrea

Alleviare i fastidi della dentizione dei neonati

dentizione-bimba

Per calmarsi e non pensare al dolore i bambini tendono ad assumere comportamenti diversi dal solito, inusuali, come dondolarsi avanti e indietro o sbattere la testa contro la culla.

A causa della pressione sulle gengive che esercitano i dentini spesso avvertono anche la necessità di mordere degli oggetti, per trovare sollievo.

I genitori possono a tal proposito mettergli in mano giocattoli di gomma dura, massaggia-gengive (magari tenuti in frigorifero per avere una sorta di effetto-ghiaccio) o anche il ciuccio. Un buon rimedio è mettere un fazzoletto di cotone umido nel freezer per un’oretta o poi darlo al bambino da succhiare. Per garantire un maggiore effetto calmante si può bagnarlo nella camomilla non zuccherata. Vanno evitati cibi troppo caldi, che potrebbero sollecitare ulteriormente la zona infiammata.

Cosa succede dopo la dentizione

Una volta spuntato, il primo dente da latte dovrà essere pulito con acqua e una piccola garza, un paio di volte al giorno, dopo i pasti. Quando inizieranno invece a spuntare più denti, si potrà utilizzare un piccolo spazzolino a setole morbide abbinandolo esclusivamente all’acqua. Solo dopo i 16/18 mesi si potrà aggiungere un po’ di dentifricio.

I denti da latte cadranno intorno ai sei anni d’età, quando ci sarà il passaggio dalla dentizione decidua a quella permanente, fenomeno fisiologico che va avanti fino ai 12-13 anni. L’inizio della dentizione definitiva corrisponde al momento dell’eruzione del primo molare permanente nell’arcata dentale.

Anonimo

chiede:

Quelli successivi rispettano, il più delle volte, l’ordine in cui sono spuntati i relativi denti da latte. La dentizione permanente termina intorno ai 18-25 anni, quando a uscire fuori dalla gengiva sono i terzi molari, i cosiddetti denti del giudizio.

Ti è stato utile?
Rating: 5.0/5. Su un totale di 2 voti.
Attendere prego...

Categorie