Intelligenza, eredità della madre: lo studio - GravidanzaOnLine

Bimbo intelligente? Merito della mamma: la ricerca

I figli erediterebbero l'intelligenza dalla madre e non dal padre: i risultati di uno studio pubblicato sulla rivista The Lancet mostrano come i cromosomi materni siano responsabili dell'intelligenza dei figli.

Stando ad un recente studio genetico quasi certamente i bambini ereditano l’intelligenza dal cromosoma femminile X.

Fino ad oggi, la maggior parte dei medici ritenevano che i genitori contribuissero in egual misura all’intelligenza dei loro piccoli. Ma questa ricerca ha incuneato diversi dubbi: secondo questo studio, pubblicato sulla rivista medica britannica The Lancet, la “dote dell’intelletto” dei figli dipenderebbe con ogni probabilità da quella delle madri, poiché posseggono due cromosomi X – il gene dell’intelligenza è situato sul cromosoma X – mentre gli uomini solamente uno.

Per giungere a questa conclusione, gli scienziati hanno usato topi geneticamente modificati. Hanno scoperto che gli embrioni dei roditori, a cui sono stati somministrati soprattutto cromosomi genetici materni, hanno sviluppato un cranio ed un cervello più grande con un corpo molto più piccolo.

I soggetti trattati con grandi quantità di materiale genetico paterno hanno invece sviluppato un corpo più grande, ma un cranio ed un cervello più piccoli.

La teoria che le madri hanno un ruolo fondamentale sull’intelligenza dei propri figli non è certamente nuova. Già nel 1984, l’Università di Cambridge ha studiato lo sviluppo del cervello e l’influenza dei geni.

Un altro studio scozzese ha invece analizzato un gruppo di 12.686 persone di età compresa tra 14 e 22 anni. Ogni anno venivano intervistati i partecipanti allo studio, per capire come la loro intelligenza si sviluppasse nel corso degli anni, tenendo anche conto del loro contesto educativo e sociale.

La conclusione a cui sono giunti i ricercatori è stata che il QI materno è, in maniera assoluta, il migliore indicatore dell’intelligenza dei propri figli.

Le madri, quindi, hanno un ruolo fondamentale nello sviluppo delle capacità cognitive dei loro figli. E non solamente a causa della genetica.

Anche l’allattamento e, successivamente, una sana e corretta alimentazione, influenzano costantemente lo sviluppo intellettivo del bambino per tutta la vita. Inoltre, il legame che lega una madre al suo bambino fornisce la giusta motivazione per entrambi per esplorare il mondo insieme, crescere insieme e risolvere i problemi.

Le donne dunque svolgono un ruolo molto più importante per lo sviluppo delle capacità intellettive del bambino di quanto non gliene conceda già la genetica.

Ti è stato utile?
Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...

Categorie

  • Il Tuo Bambino
  • Scienza