Sterilizzazione tubarica: è possibile una gravidanza? - GravidanzaOnLine

Anonimo

chiede:

Egregio Professore,
La ringrazio fin da ora per la Sua cortesissima
collaborazione.
La mia fidanzata ed io abbiamo intenzione di sposarci
e desideriamo avere presto anche un bambino. La mia
Lei ha 33 anni, due figlie, rispettivamente di 8 e 7
anni. In sede di 2° taglio cesareo è stata sottoposta,
nel suo Paese nativo, cioè il Brasile, dietro sua
esplicita richiesta, ad un intervento di
sterilizzazione tubarica. Ora, “ravvedutasi”, desidera
avere un terzo figlio.
Sappiamo che possiamo ricorrere alle tecniche di
fecondazione assistita, ma è nostro desiderio tentare
una ricanalizzazione tubarica per avere una gravidanza
naturale.
La mia Lei non conosce il tipo di tecnica impiegato
per la sterilizzazione; come possiamo venirne a
conoscenza?
In secondo luogo, quali sono le probabilità di
successo, nel senso di ripristinare la pervietà
tubarica e le percentuali di gravidanza post
intervento di ricanalizzazione? I rischi connessi a
questo intervento sono rilevanti?
In secondo luogo, vorrei sapere da Lei le probabilità
di successo di una fecondazione assistita e la spesa
che in media una coppia sterile deve sostenere.
Resto in attesa di un Suo riscontro.
Grazie

Egregio signor Tiziano,
premesso che con una laparoscopia diagnostica si può valutare lo scavo
pelvico e desumere, in base agli esiti cicatriziali, la tecnica usata per la
sterilizzazione tubarica, è sconsigliabile, alla luce delle tecniche di
procreazione medicalmente assistita oggi disponibili, il ricorso alla
microchirurgia tubarica in quanto, anche se la pervietà viene restaurata, si
rischia una disfunzionalità contrattile delle salpingi nel punto di
anastomosi con relativo pericolo di alterato trasporto dell’ovulo fecondato
ed attecchimento ectopico, cioè una gravidanza extrauterina. La percentuale
di successo di una fecondazione assistita si aggira, come per i concepimenti
spontanei, intorno al 25% per ogni tentativo; è possibile accedere a tali
trattamenti in regime SSN nei Centri autorizzati, mentre nei Centri privati
i costi raggiungono diverse migliaia di euro. Cordiali saluti ed auguri.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Ginecologo