Situazione lavorativa precaria | GravidanzaOnLine

Anonimo

chiede:

Buongiorno. Ho 31 anni, sono una Assistente alla Comunicazione e quest’anno mi occupo di due utenti, il primo con 8 ore settimanali e il secondo con 15. I miei contratti sono stipulati entrambi direttamente con le famiglie e non con le strutture scolastiche, in quanto i fondi vengono erogati dalla provincia che li delibera per le famiglie degli assistiti. Ho quindi due contratti, a tempo determinato, da Ottobre a Giugno, con la qualifica però di Colf in quanto la figura professionale dell’Assistente alla Comunicazione non ha attualmente uno sviluppo professionale che ne garantisce le specifiche caratteristiche. Inoltre come da legge, ho usufruito della disoccupazione inps negli scorsi mesi di luglio agosto e settembre 2015. Io e mio marito vorremmo allargare la famiglia ma non sappiamo a che tipo di retribuzione di maternità abbiamo diritto con il tipo di contratto in essere (avevo letto di una stipula di 60g entro l’ultimo giorno lavorato, per usufruire del compenso ma questo ci ha messo altra confusione ) e in quale periodo sarebbe più opportuno provare a rimanere in gravidanza. Volevo inoltre sapere se l’ambiente lavorativo del nido mi permetterebbe di usufruire della gravidanza anticipata e quindi da quando dovrei far partire la maternità e con quale compenso. Non vorremmo pianificare un evento cosi eccezionale ma purtroppo la precarietà nella quale siamo inseriti non ci da altre possibilità. Vi ringrazio in anticipo innanzitutto per l’ascolto ricevuto e per l’aiuto che saprete darmi. Grazie ancora

Gentile Sig.ra, nel momento in cui lei ha in essere un contratto di lavoro, anche se a tempo determinato, ha diritto alla maternità durante tutto il periodo di lavoro ed anche dopo la scadenza del contratto.
Stante il lavoro che svolge dovrebbe aver diritto alla maternità anticipata, ma questo sarà l’INPS a valutarlo.
Tenga conto che nel caso in cui dovesse rimanere incinta durante il periodo in cui non ha in essere il contratto di lavoro, avrà comunque diritto alla maternità se si troverà in disoccupazione, ma non vi sarà obbligo per il datore di lavoro di riassumerla con un nuovo contratto.
Cordialmente

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Avvocato