"È pericolosa la sifilide in gravidanza?"

Mary

chiede:

Salve, ho scoperto di aver contratto la sifilide nel 2016. Ho fatto la penicillina. A settembre 2019 ho dovuto ripetere il trattamento per valori sempre abbastanza alti e ora che sono alla nona settimana di gravidanza devo tornare dall’infettivologo perché i valori non sono bassi. Mi hanno spostata tra le gravidanze a rischio e prescritto anche una visita col reumatologo. Mi devo preoccupare? Io non ho mai avuto alcun sintomo: me ne sono accorta perché andai a donare il sangue.

Dott. Giulio Lanzi

Dott. Giulio Lanzi

risponde:

Gentile signora, per risponderle nel dettaglio sarebbero necessarie ulteriori informazioni sulla storia della sua infezione. Le posso però assicurare che i rischi di una infezione luetica in gravidanza ma riconosciuta, controllata ed eventualmente trattata con penicillina o altro farmaco se necessario, si abbattono drasticamente rispetto alla storia naturale che avrebbe l’infezione se non trattata.

Ecco perché si procede a fare analisi specifiche in tutte le gravidanze. Sarei molto fiducioso sul fatto che con l’attenzione medica già in atto non ci saranno complicanze.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande
Ti è stato utile?
Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...

Specializzazione

  • Ginecologo