Riduzione del liquido amniotico - GravidanzaOnLine

Anonimo

chiede:

Gent.mo dottore, Le espongo subito il mio dubbio: sono alla 33^
settimana ed ho effettuato l’ecografia. L’esito dell’esame è il seguente:
DBP 78,2; DFO 109,4; CC 294,7; TAD 86,7; DAAP 83,6; CA 267,5; LF 60,9;
placenta anteriore fundica, di grado 1; flussimetria arterie ombelicali e
uterine nella norma. La quantità di liquido amniotico è stata valutata ai
limiti inferiori (AFI: 6,6 cm). Il dottore mi ha detto che il liquido è
ridotto e che i parametri ecobiometrici e la crescita fetale sono ai limiti
inferiori della norma per l’epoca di gravidanza. Debbo considerare la
diagnosi come un ritardo della crescita? (è stato stimato un peso di 1741
gr. secondo Hadlock), devo preoccuparmi per la riduzione del liquido
amniotico? Sono veramente in ansia!!! Cosa posso fare???
Grazie

Gentile Paola, confrontando i suoi dati con le mie tabelle effettivamente
rilevo una biometria complessivamente ai percentili bassi per 33 settimane,
con addome inferiore al 10° percentile per un possibile difetto di
accrescimento. Purtroppo non ho dati sufficienti per una diagnosi. Occorre
innanzitutto esser certi che la gravidanza sia datata bene, fin dal primo
trimestre, in modo da usare bene le tabelle. In sostanza chiarire se lei
effettivamente è a 33 settimane compiute, conferma che si può avere solo
guardando l’ecografia fatta nel primo trimestre. Considerando che la
flussimetria è nei limiti, così come anche il liquido, seppur ridotto, si
può immaginare un buon benessere fetale attuale. Tuttavia visto il sospetto,
occorre andare a guardare altri elementi, le sue analisi, il suo incremento
ponderale, se fuma, che lavoro fa e quant’altro. In conclusione non bastano
i numerini della biometria fetale per fare una diagnosi. Deve rivolgersi al
suo specialista di fiducia e seguire le sue indicazioni e soprattutto
programmare con lui i prossimi controlli. Impossibile che lei trovi le sue
risposte da sola, anche con il nostro aiuto. Cordiali saluti

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Ginecologo