"L'accrescimento delle ossa lunghe è indietro di due settimane: cosa significa?"

Sara

chiede:

Buongiorno dottore, ieri ho effettuato la visita morfologica, di seguito riporto i valori emersi:

  • Età gestazionale 21+2
  • FL 25.33mm
  • TIB 20.99mm
  • HL 24.8mm
  • BPD 50.1mm
  • AC 171.5mm

In sintesi, ci è stato comunicato che l’accrescimento delle ossa lunghe è “indietro di circa 2 settimane”. Nei precedenti mesi abbiamo eseguito il fetal dna completo che non ha evidenziato problemi genetici. Specifico inoltre che il 4 gennaio mi sono sottoposta a raschiamento a causa di un aborto spontaneo a 8 settimane; ho avuto il primo ciclo il 14/02 e poi sono rimasta incinta.

Abbiamo concordato con il nostro medico di ripetere l’ecografia a distanza di una settimana per rivalutare la situazione. Specifico che sia io che il mio compagno siamo persone minute (io 50 kg x 1.5 8m, il mio compagno 1.69 m x 65 kg). Vorremmo sapere a cosa potrebbe essere dovuta la crescita più lenta di braccia e gambe e che tipo di problematica suggeriscono tali misurazioni. Siamo alla prima gravidanza e particolarmente preoccupati anche a causa dell’aborto avvenuto a inizio anno. Grazie mille in anticipo.

Dott. Giulio Lanzi

risponde:

Gentile Sara, come le è stato opportunamente consigliato un ridotto accrescimento delle ossa lunghe deve essere confermato e monitorato nel tempo. Il fetal DNA purtroppo non è utile per le problematiche dell’accrescimento osseo che in questo caso possono essere sospettate. Per questa situazione, inoltre, il dato di un precedente aborto non è da considerarsi rilevante.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande
Ti è stato utile?
Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...

Specializzazione

  • Ginecologo