Recarsi all'estero durante periodo di interdizione dal lavoro

Anonimo

chiede:

Buonasera, sono una futura mamma, dipendente del Ministero della Difesa (nella fattispecie militare dell’esercito italiano). Sono stata interdetta dal lavoro a tutela della maternità per gravidanza a rischio. Ho la necessità di recarmi all’estero per qualche giorno, per trovare un mio parente, e dall’ispettorato mi hanno detto che posso andare tranquillamente poiché non sono soggetta a visite fiscali. Nonostante ciò il mio comando di appartenenza ritiene che senza qualcosa di scritto non sono autorizzata ad uscire dal territorio italiano, una sentenza, una normativa… Voi avete qualcosa che può aiutarmi???

Gentile Signora, Lei non è soggetta a visita fiscale dal momento in cui ha ottenuto l’autorizzazione all’interdizione anticipata, pertanto può recarsi dove desidera. Del resto dovrebbe già avere sperimento quotidianamente la possibilità di uscire di casa senza particolari limitazioni. Cordiali saluti.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande
Ti è stato utile?
Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...

Specializzazione

  • Avvocato