Anonimo

chiede:

Gentile avvocato,
ho appena scoperto di essere in attesa del mio secondo figlio e
vorrei capire alcune cose:
sono impiegata (Architetto) in una impresa di costruzione (snc) a
tempo indeterminato, l’azienda però sta affrontando un periodo di
poca liquidità e le voci che corrono in ufficio sono a volte
confortanti, altre volte invece abbastanza negative. Volevo sapere
quando c’è (se esiste) l’obbligo di comunicare il mio stato all’azienda?
Se l’azienda dovesse decidere di chiudere io sono in qualche modo
tutelata visto lo stato di gravidanza? Alcune persone mi hanno detto
che una donna in gravidanza se l’azienda chiude è comunque sopportata
per tutta la gravidanza dall’ente INPS…
La ringrazio per il tempo dedicatomi e le porgo Cordiali Saluti

Redazione

Redazione

risponde:

Salve, la legge attualmente consente di lavorare (salvo gravidanze a
rischio) fino all’entrata per diritto della maternità obbligatoria.
L’inps erogherà l’indennità, a patto che non vi siano interruzioni del
rapporto di lavoro. Oltretutto la maternità può interrompere i termini
per l’ottenimento della indennità per disoccupazione. Cordialità

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande
Ti è stato utile?
Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...

Specializzazione

  • Avvocato