Prolasso emorroideo: meglio il cesareo o il parto naturale? - GravidanzaOnLine

Prolasso emorroideo: meglio il cesareo o il parto naturale?

Anonimo

chiede:

Egregio dottore,
le scrivo per un consiglio.
A dicembre 2008 sono stata operata di prolasso emorroideo con
tecnica
secondo Longo. Il decorso è stato molto burrascoso. Dopo una
settimana
dall’intervento un’importante emorragia mi ha costretto d’urgenza
ad un
altro intervento per suturare dei punti che si erano lacerati,
trasfusione
di sangue, valori molto bassi per mesi. Dopo due settimane una
nuova
emorroide, e una legatura. Dopo un giorno la legatura se ne va,
non
riescono a farmene un’altra perché comincio a risanguinare di
nuovo… ora
sto abbastanza bene a patto di evitare alcuni cibi e di bere
moltissima
acqua. Certo se mi capitano feci a volte un po’ più dure esce
un’emorroide
che rientra manualmente. Ora sono al terzo mese di gravidanza e
tutto per
il momento va bene ma pensando al parto mi chiedo… non sarà meglio
optare
per un parto cesareo piuttosto che per un parto naturale, che potrebbe
causarmi
(con le inevitabili spinte) nuovi problemi che vorrei davvero
evitare, visto il passato burrascoso per rimettermi???
Grazie mille per la risposta che mi vorrà dare

Gentile Signora,
le consiglio di consultare nel mio sito

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande
Ti è stato utile?
Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...

Specializzazione

  • Colonproctologo