Anonimo

chiede:

Caro dottore, ho 43 anni e sono alla 22.ma settimana di gestazione. Durante l’ecografia morfologica effettuata qualche giorno fa, mi è stata riscontata la presenza di scollamento della membrana amniotica da quella coriale con evidenziazione della sacca amniotica a pareti fluttuanti che non interferiscono coi movimenti fetali in particolare degli arti. I parametri sono nella norma, come pure la regolare evoluzione. Il ginecologo ha ritenuto un controllo fra una settimana, ma non mi ha dato spiegazioni in merito, solo il riposo. Cosa devo fare e sopratutto cosa mi aspetta? Esiste una cura e quali sono le probabilità di arrivare alla fine? Grazie e cordiali saluti

Redazione

Redazione

risponde:

Cara Laura, considerando la enorme confusione che sottende la diagnostica delle membrane da parte di ecografista di livello base le consiglio:
se il suo ginecologo è ecografista di secondo livello, si faccia dare maggiori spiegazioni con diagnosi “nero su bianco” (es. banda amniotica, come sembrerebbe dalla descrizione che lei mi ha fatto).
Se il suo ginecologo non è in grado di firmare una eco di secondo livello ed effettua eco di base come semplice epilogo di una visita, esegua senza esitare una ecografia di secondo livello, ponendo il quesito al medico che effettuerà l’esame.
La vera banda amniotica è condizione potenzialmente grave… fortunatamente è relativamente rara e spesso confusa con altre condizioni innocue.
Un saluto

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande
Ti è stato utile?
Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...

Specializzazione

  • Ginecologo