Silvia

chiede:

Buongiorno, nelle ultime settimane, per limitare i grassi, ho mangiato la spigola e l’orata (una volta a settimana circa) e sporadicamente una scatoletta di tonno (magari nella pizza del sabato o nel sugo). Ho letto opinioni contrastanti su internet sul consumo di questi pesci a causa della presenza del mercurio. Ho fatto del danno al mio bambino? Inoltre, come nel caso del tonno o del pesce spada che sono sconsigliati, la controindicazione di mangiarli è assoluta oppure una tantum non creano danni?

Buongiorno Silvia, i rischi di contaminazione da mercurio riguardano soprattutto i grandi predatori come tonno e pesce spada. In gravidanza si consiglia di limitare il consumo di pesce a rischio contaminazione una volta a settimana. Pertanto se il consumo di tonno è stato sporadico non c’è motivo di preoccuparsi. Saluti.

Alimentazione in gravidanza: cosa mangiare (e quanto) e cosa evitare

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande
Ti è stato utile?
Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...

Specializzazione

  • Nutrizionista

Categorie

  • Alimentazione