Perforazione uterina | GravidanzaOnLine

Anonimo

chiede:

Salve, avrei gentilmente da domandarvi alcune mie incertezze e
perplessità! Cercherò di scrivere in 2 parole anche se sarà
sicuramente
non facile quello che mi è successo! Nell’agosto del 2005 partorisco
una
meravigliosa bimba con parto naturale ma indotto alla 37° sett di grav
causa
epatogestosi, dopo 1 mese e mezzo mi dovranno fare un raschiamento
molto
energico (credevano che avevo grumi di sangue ed invece era una 2
placenta
calcificata), io continuo ad allattare dopo il compimento dell’anno
della mia
piccina, poi x necessità smetto ma della mestruazione manco l’ombra, x
farmi
andar via il latte dovrò prendere 2 pasticchine ma anche così
niente
mestruazione (tutto ciò è xchè con il raschiamento mi era cmq sia
rimasto
un altro pezzo che non si sa il xchè non erano riusciti ad estrarre
e la
mestruazione era forse il rimedio x la fuori uscita del pezzetto che
mi
causava fastidi e certe volte dolori all’utero), stringendo, dato che
erano
già passati 3 mesi dopo che avevo smesso l’allattamento e delle
rosse
nemmeno l’ombra, decido a pagamento di capirci meglio con un’altra
eco, difatti mi confermano il disagio causato da aderenze uterine (che
con
molta probabilità sono state causate da quel famoso ed energico
raschiamento), quindi mi prenotano x una isteroscopia, siamo nell’ottobre
2006
che xò va qualcosa storto, mi dicono che hanno dovuto sospendere
l’intervento xchè hanno bucato l’utero e forse pizzicottato
l’intestino. Ora
concludendo dovrò fare il 20 di gennaio 2007 una laparatomia e non
una
laparoscopia dato che con precedenti interventi ho moltissime aderenze
che
ostacolerebbero l’esame, xchè l’utero non si è cicatrizzato e quando
mestruo va tutto fuori dall’utero nella parete addominale, ciò l’hanno
potuto
vedere con l’ecoisteroscopia a contrasto, ciò mi causa dei dolori a
dir poco
mostruosi, ma la domanda è xchè non mi si è risarcito quel foro?
Loro
dicono che l’intestino quando è stato pizzicottato abbia reagito
cicatrizzandosi ma ahi me attaccandosi a quel foro dell’utero! Loro
dicono
pure che il pericolo non è tanto la fuoriuscita delle rosse nella
parete
addominale (cmq vorrei sapere anche questo che comporta dato che è la
3
mestruazione che se ne va a giro) ma l’entrata di feci nell’utero! Poi
con
la risonanza magnetica a contrasto hanno visualizzato varicocele
pelvico, con
utero di dimensioni nei limiti della norma, con formazione di circa
20 mm a
livello del fondo, ipovascolare, con livello di fluido e possibile
componente
ematica, cosa significa ora anche questo, è un’altra cosa che si è
creata in
più aspettando tutto questo tempo. Sicuramente dovrò fare un altro
intervento
isteroscopico x levare le aderenze che magari ditemi gentilmente voi
se
possono essere la causa anche del risultato della risonanza
magnetica, altrimenti cosa può aver provocato tutto questo! Sono in
apprensione e vi ringrazio anticipatamente x la vostra
professionalità e
l’interesse datomi!

Redazione

Redazione

risponde:

Gentile signora Daniela, la situazione mi pare abbastanza complessa ed
anche assai poco chiara dal suo lungo racconto. Ma mi pare di capire
che si sia trattato di una perforazione uterina con conseguente quadro
di peritonite cronica e metrite (forse una Sindrome di Asherman!).
Purtroppo in questi casi l’arte può fare molto ma di più può fare la
natura se sarà ben assecondata. Auguri

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Ginecologo