Perdite di sangue - GravidanzaOnLine

Perdite di sangue

Anonimo

chiede:

Buonasera,
sono una ragazza di 26 anni e il 30 gennaio 2006 ho avuto un raschiamento.
Ho effettuato la visita di controllo dopo circa un mese, durante il quale
ho avuto perdite di sangue che il mio ginecologo ha fermato con il
tranex..
Alla visita di controllo, tramite un’ecografia il ginecologo ha
riscontrato un’ematoma di 12mmx10mm, una flogosi uterina, endometrio
sottile. Mi ha prescritto il reparil per sciogliere l’ematoma e
rinforzare i vasi, associato a una cura di ferrofolin poiché ero in
anemia.
Ora sento tirare la parte destra dell’utero, sebbene non abbia dolore e
avverta un fastidio all’inguine che mi prende la coscia dal lato
anteriore, si sposta all’anca, fino ad arrivare al gluteo.
Sono molto preoccupata, il ginecologo dice che devo aspettare almeno un
venti gg prima di rifare l’ecografia…
Potete dirmi qualcosa riguardo a questo fastidio… se ad esempio potrebbe
essere collegato all’ematoma? La cura con il reparil… è stata una cura
appropriata?
Vi ringrazio anticipatamente per una vostra eventuale risposta 🙂

Redazione

Redazione

risponde:

Cara Laura, mi dispiace ma i dati che mi fornisce non sono adeguati… nel senso che il reperto ecografico, se è quello che lei riporta in questa mail (e che spero sia stato rilasciato, in quanto una ecografia senza risposta a mio parere non merita considerazione…), esprime concetti troppo vaghi (ematoma? Dove? intrauterino suppongo….Flogosi uterina? ma flogosi di cosa? del miometrio? Non è una diagnosi usuale ecografica. Del collo uterino? Questa è una diagnosi colposcopica e non eco. Flogosi endometriale? No perché l’endometrio è sottile….). Quindi su tali dati non posso esprimere nessun giudizio.
Effettui per sicurezza il dosaggio della bhCG plasmatica e nel caso in cui non la avesse già eseguita, una ecografia di alto livello pelvica sia per via sovrapubica che transvaginale. Solo in questa maniera si potranno avere dei dati sicuri su cui ragionare seriamente.
Nel caso in cui avesse già eseguito quanto sopra, la pregherei di trascrivere per intero il reperto ecografico.
un saluto

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande
Ti è stato utile?
Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...

Specializzazione

  • Ginecologo