Anonimo

chiede:

Salve, sono un’educatrice, lavoro per una cooperativa e seguo utenti con handicap comportamentale. Lavoro per questa cooperativa da Settembre 2012 e mi hanno detto che a gennaio il mio contratto sarà trasformato in indeterminato per accordi sindacali essendo 3° in graduatoria di anzianità. Se dovessi rimanere incinta andrei in maternità subito per lavoro a rischio, volevo sapere se il mio contratto si trasformerà comunque anche se io fossi in maternità? Al momento del rientro al lavoro ho il diritto di rientrare nella stessa struttura dello stesso paese oppure la cooperativa può mandarmi in un’altra struttura? La mia paura è quella che dovendo assumere una sostituta non mi ridiano più gli stessi casi e che mi mandino in paesi lontani da raggiungere per indurmi a rinunciare. Grazie

Gentile Sig.ra, se il suo datore di lavoro le ha detto che il suo contratto verrà trasformato a tempo indeterminato lo farà, ma non vi è un obbligo di trasformazione. Se dovesse avere un figlio al rientro dovrà svolgere le stesse mansioni e vi è divieto di trasferire la donna durante il primo anno di vita del bambino in un luogo di lavoro molto distante, tranne se l’azienda non ha chiuso il settore in cui essa lavorava e non ha altro posto dove assegnarla.
Cordialmente

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Avvocato