Pancia da incinta, ma... - GravidanzaOnLine

Rosa

chiede:

Salve Dottori.
Dal 2014 cercavo un altro figlio ma ho avuto due aborti, uno a fine 2014 e l’altro ad agosto 2015. Il primo era interno, il secondo, invece, avevo perdite e dopo una settimana di osservazione e uso di qualche medicinale, sembrava tutto a posto… Finché non ho saputo che si era fermato a 6 settimane… 4mm e non c’era più il battito a 8 settimane circa… Ho subito il raschiamento in tutti i due, anche se nel secondo ho iniziato la perdita spontaneamente. Dopo, però circa 3gg di tantissime perdite a casa, in cui pensavo fosse finita, purtroppo sentivo un peso sotto… In Pronto Soccorso mi ricoverano per “Aborto in atto” ma non è successo niente per circa 3gg, anche dopo estrazione di coagulo nel collo dell’utero e uso di una supposta per indurre le contrazioni… neanche dopo l’uso di 3 pastiglie sottolinguali che mi hanno causato brividi fortissimi e malessere più diarrea fortissima… Insomma, dopo questo, mi hanno fatto l’intervento… Niente perdite dopo, tranne con la prima pipì ma leggerissima. Poi, leggera febbre, ma capito aver contratto un raffreddore in ospedale… Per circa 3 mesi, niente ciclo, niente perdita di nessun tipo… Un ginecologo mi ha detto che mi avevano pulito bene e che era tutto a posto, senza tumefazione circa 3gg dopo l’intervento… altro ha detto che mi avevano “raschiato troppo”… Alla fine, mi era venuta una ciste… Questa è sparita da sola come avevano detto… Ho usato il dufaston per far arrivare il ciclo… Mi era arrivato dopo 5gg che lo prendevo (poco più di tre mesi dal raschiamento, se non mi ricordo male). Ho completato una settimana invece di 10gg… e poi, sembrava che il mio ciclo stesse tornando, anche se più lungo il periodo da uno all’altro. Prima era di circa 24-25gg, poi di 30 con il primo raschiamento, poi col secondo il 31 agosto 2015, arrivava anche a 35 e poi 40gg (devo dire che sono imprecisa, ma più o meno così). A giugno, mio ciclo non arrivava… Seni gonfi, duri, tubercoli visibilissimi, faceva male al tocco, scuri; pancia gonfia, bruffoli in faccia (che non ne ho mai), perdite strane con muco… Insomma, tante cose strane, ma niente gravidanza… Dopo due mesi senza ciclo, di nuovo il dufaston, per 8gg se non mi sbaglio… Ciclo arrivato, poi, da luglio praticamente mi arriva circa ogni 15gg… Ho già 41 anni compiuti a fine febbraio… Non so più cosa pensare… Ogni giorno mi domandano se sono incinta a vedere la mia pancia… Persino mio marito, disinteressato in tante cose, mi dice di andare a farmi vedere. Anche le mie foto al mare facevano pensare persino a me che ero incinta. Sembra proprio pancia da gravidanza. L’altro ieri, però, mi è arrivato un ciclo strano, ossia rosa, poco… In genere essere poco è praticamente la norma per me, ma era molto strano… è come se fosse un dipinto, ossia, non un flusso… e poi, aveva un odore forte non so dire di cosa, ma non mi piaceva. Poi, dopo un giorno, l’odore non c’è più e s’era scurito ma non veniva quasi più niente ed ora ho solo qualche macchia quando mi asciugo… E da ieri sentivo la pancia dura (di cose strane in pancia ormai ne sento mille)… Mi scuso per essere così lunga… Non so proprio cosa pensare o fare… Ho provato a dire ad un ginecologo ma lui trova tutto normale… Almeno non mi ha detto di andare… Mi sono prenotata al Consultorio ma sarà al 20 ottobre perché ho detto solo “ciclo strano” e hanno detto che non era urgenza.
Secondo Voi, è vero che non è niente da preoccuparmi? Ho sentito storie di conoscenti in cui il “nulla” era delle cose “peggiori”… Come faccio a stare tranquilla? Ossia, come faccio a stare in una situazione così con cicli strani e cose proprio strane se continuassi a cercare una gravidanza? E non solo, e se fosse una cosa non bella come di qualche conoscente dopo diversi tentativi di gravidanza ed anche dopo “problemi con il ciclo”? Insomma, penso proprio che arriverei ad un terzo aborto se fosse così… Ma ho anche una figlia da far crescere (7 anni), non posso continuare in questa situazione senza sapere se veramente è tutto normale… se nessuno mi guarda, se non faccio esami, come posso sapere se non sto andando incontro a qualcosa di non bello?
Purtroppo, nel primo aborto, c’è stata una sospetta mola… Ringraziando, nello istologico, non hanno saputo al certo se era o meno… Praticamente hanno detto che si fosse stata, è stata eliminata col raschiamento… Ieri, come ogni giorno, mi hanno domandato se sono incinta, anzi, questa volta era più deciso… “E, allora, procede tutto bene?…” Ci sto male per me e per chi mi domanda… Anche se amici, è una situazione imbarazzante… Spero mi capiate… Sembra proprio un racconto di una persona ansiosa… Chi lo sa?…

Gentile Rosa,
i consigli devono secondo me basarsi su basi concrete.
Al momento l’esame di scelta per valutare l’anatomia interna è l’ecografia ad alta definizione associata alla transvaginale per la parte pelvica.
Si dovrebbe inoltre associare una colposcopia e tamponi vaginali, unitamente ad esami di routine, protocollo autoimmune e fattori genici della coagulazione.
Solo in possesso di dati significativi si può decidere la strategia migliore da seguire.
Un saluto

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande
Ti è stato utile?
Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...

Specializzazione

  • Ginecologo