Anonimo

chiede:

Cari dott.ri, ho 47 anni da compiere a febbraio ho scritto in passato perché la mia terza figlia avuta a 44 anni è morta in sala parto (bambina sana) per inserzione velamentosa, ho dovuto subire una ITG alla 20 settimana e dopo ho avuto un aborto interno alla 12 settimana, questi ultimi due erano due maschi affetti da Sindrome di Patau. Ora mi rimane, se volessi affrontare un nuovo percorso, solamente l’ovodonazione all’estero, ma mi chiedo dopo tanto dolore e soprattutto la perdita di mia figlia soprattutto e per sentito dire che il percorso non è facile da affrontare… ma quante possibilità ci sono di riuscita per la mia età? E non dico di rimanere incinta, ma di arrivare a termine. Quale centro su Genova mi potrebbe seguire? Grazie,

Redazione

Redazione

risponde:

Gentile Cinzia, l’ovodonazione è una procedura comunemente eseguita all’estero. Se le sue condizioni di salute sono buone, penso che abbia buone possibilità di portare a termine la gravidanza; peraltro le precedenti esperienze ostetriche negative non hanno (ovviamente) influenza sull’esito dell’eventuale ovodonazione. Non credo di poterle dare in questa sede informazioni precise su come essere seguita a Genova per eseguire questo percorso. Cordiali saluti

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande
Ti è stato utile?
Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...

Specializzazione

  • Ginecologo