Maternità anticipata per rischio lavorativo: chiarimenti - GravidanzaOnLine

Anonimo

chiede:

Salve, lavoro come collaboratrice scolastica precaria. Circa dieci giorni fa ho accettato una supplenza comunicando subito alla scuola che ero incinta ed ho fornito loro certificato medico del mio ginecologo (Accreditato dal Servizio Nazionale) e in seguito mi sono recata all’Ispettorato per avviare la procedura per rischio lavorativo. Tra l’accettazione dell’incarico e la presentazione della domanda sono passati diversi giorni in quanto la scuola, che doveva fornirmi un modulo per andare all’Ispettorato, ci ha messo un po’. Il mio dubbio è: questi giorni che intercorrono tra l’accettazione dell’incarico e il decreto dell’ Ispettorato chi li paga? La scuola? Un altro quesito: se la supplenza continua perchè la titolare proroga o se cambio scuola, dovrò ogni volta chiedere un nuovo decreto? Avverto una gran confusione, ringrazio chi mi risponderà.

Gentile sig.ra, i giorni in cui ha atteso il certificato e l’avvio della pratica verranno comunque pagati da chi le deve erogare la maternità. Per quanto concerne il prolungamento della supplenza o il cambio scuola, lei dovrà semplicemente presentare l’accettazione della maternità e non presentare una nuova domanda. Cordialmente

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Avvocato