Maternità anticipata nei 60 giorni di prova | GravidanzaOnLine

Anonimo

chiede:

Buongiorno, sono impiegata con ccnl commercio. Sono stata assunta l’8/10 con contratto a tempo indeterminato e periodo di prova di 60 gg. Da pochi giorni ho scoperto di essere incinta di 8 settimane e molto probabilmente è una gravidanza a rischio, per cui dovrebbero mettermi in maternità anticipata. Volevo sapere: cosa succede se la maternità anticipata parte dopo che il datore di lavoro mi lascia a casa? E nel caso in cui la maternità anticipata partisse con il contratto ancora in corso nel periodo di prova, ma poi mi lascia a casa per mancato superamento della prova? Grazie mille.

Gentile Paola, se presenta domanda di maternità anticipata durante la vigenza del contratto di lavoro (ancorché nel periodo di prova) la legge Le riconosce tutte le tutele ed i diritti propri di una lavoratrice in gravidanza; se il periodo di maternità iniziasse dopo il rinnovo del rapporto di lavoro, avrà diritto all’indennità di maternità. Qualora il datore di lavoro non rinnovasse il rapporto di lavoro mentre Lei si trova già nel periodo di astensione anticipata per maternità a rischio, dovrà giustificare il mancato rinnovo contrattuale (ad esempio perchè ritenuta inidonea alla mansione). Cordiali saluti.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Avvocato