Maternità anticipata in cassa integrazione - GravidanzaOnLine

Anonimo

chiede:

Buongiorno, avrei bisogno di un’informazione, attualmente sono in cassa
integrazione in deroga ed all’inizio del 5° mese di gravidanza, dal
momento che il mio ginecologo mi ha riscontrato dei problemi di salute, è
possibile sospendere la CIG in deroga e richiedere la maternità
anticipata? Ringrazio anticipatamente per la Vs. cortese risposta e porgo
i migliori saluti.

Redazione

Redazione

risponde:

Gentile Signora, la risposta è si.
Le lavoratrici madri sono escluse dall’integrazione salariale ordinaria, per
tutto il periodo in cui vige il divieto di licenziamento (dall’inizio della
gestazione fino a tre mesi dopo il parto, nonché fino al compimento di un
anno di età del bambino), salvo che le stesse siano addette ad un reparto
con autonomia funzionale la cui attività sia completamente sospesa.
(Articolo 2, comma 5, legge n° 1204/71)
L’indennità giornaliera per maternità obbligatoria sostituisce la CIG. Le
lavoratrici in astensione obbligatoria hanno diritto alla indennità INPS sia
nel caso in cui l’astensione sia iniziata prima della CIG, sia nel caso in
cui sia iniziata durante la CIG.
Al termine dell’astensione obbligatoria la lavoratrice può optare per il
rientro in azienda e non chiedere l’astensione facoltativa: in questo caso
se nel suo reparto o nell’azienda è ancora in corso la sospensione
dell’attività, alla lavoratrice spetterà il trattamento CIG corrispondente. Cordiali saluti

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande
Ti è stato utile?
Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...

Specializzazione

  • Avvocato