"Mio figlio potrebbe soffrire di disforia di genere?"

Anonimo

chiede:

Buongiorno, sono una mamma un po’ perplessa. Ho tre bimbi, due gemelli (un maschio e una femmina) di 7 anni e un bimbo di 4. Il più piccolo è molto tranquillo e coccolone ma quando gioca ho notato che si identifica spesso con personaggi femminili: gioca molto di più con sua sorella (con barbie e bambole e affini) e non so bene cosa pensare.

Su internet (e anche perché oggi se ne parla molto di più) ho letto della disforia di genere e temo che mio figlio possa soffrirne. Sinceramente, essendo molto piccolo, non so come affrontare il discorso con lui e non so neanche se sia il caso di portarlo da uno specialista per capire cosa stia succedendo. Lui in ogni caso è molto tranquillo e mi sembra che tutto sommato sia sereno e felice. Riuscirebbe a darmi qualche indicazione utile sul comportamento da tenere? La ringrazio moltissimo.

Gentile Signora, il momento del gioco simbolico e dei travestimenti è un fase di grande valore per lo sviluppo dell’individuo; è proprio tramite la finzione e la sperimentazione di ruoli diversi (per fare degli esempi: buono e il cattivo, la mamma e il papà, il poliziotto e il ladro) che il bambino può mettere in campo diverse parti di sé stesso o elaborare diverse emozioni esperite. Ad essere messe alla prova sono anche diverse abilità come la creatività, la capacità di interiorizzare delle regole e condividerle (funzione sociale) e l’autonomia.

Parlare di disforia di genere potrebbe essere prematuro a questa età. Le direi di lasciarlo sperimentare serenamente. Molte variabili devono essere considerate, compresa la dinamica tra fratelli (i più grandi per altro gemelli) e la dinamica tra il gruppo dei fratelli e l’attenzione di mamma e papà. Se sente di aver bisogno di un confronto maggiore può sempre recarsi da uno psicoterapeuta infantile che sono sicura potrà accogliervi prima di tutto come genitori e capire insieme quali sono le preoccupazioni e valutare un eventuale intervento.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande
Ti è stato utile?
Rating: 5.0/5. Su un totale di 1 voto.
Attendere prego...

Specializzazione

  • Psicologo

Categorie