Anonimo

chiede:

Sono preoccupata perchè da 4 mesi non vedo più il muco cervicale nonostante ovulazione accertata. È da un anno che i tamponi mi danno numerose colonie di saccaromices cerevisiae in cervice (solo l’ultimo è risultato negativo), inoltre ho sofferto spesso di cistiti da e.coli che ho curato con antibiotico ed è proprio dall’ultima cura che non vedo muco(completamente assente)! Sono molto preoccupata perchè ho letto che certe infezioni possono danneggiare le ghiandole che secernono muco: ma può questa candida (peraltro asintomatica a parte qualche perdita) avermi reso sterile? Aspetto con ansia una risposta anche su eventuali esami da eseguire per capire la causa di ciò. Grazie!

Redazione

Redazione

risponde:

La presenza di muco filante è un segno di possibile ovulazione e quindi lo ricerchiamo sempre, e anche le donne, come appunto lei stessa, sono in grado di riconoscerlo. Tuttavia non è l’unico segno su cui ci si può basare. Lei dice che l’ovulazione è accertata, quindi avrà appunto fatto altri accertamenti, anche se mi permetto di dire che l’ovulazione è sempre presunta e la certezza la dà solo la gravidanza. Occorre sapere di più per esprimere un parere. Le infezioni frequenti e varie che lei riporta potrebbero piuttosto indicare un alterato ambiente vaginale, forse proprio per tutte le terapie che ha effettuato. Difficile ipotizzare un danno alle ghiandole che addirittura impedisca loro di secernere muco. Il problema credo sia più a monte. Deve ascoltare il parere del suo specialista di fiducia, che è l’unico che può considerare nell’insieme il suo caso, l’anamnesi, l’aspetto clinico, la reazione a precedenti terapie e quant’altro e quindi è l’unico che può esprimere un parere attendibile e prescriverle gli eventuali ulteriori esami. Cordiali saluti.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande
Ti è stato utile?
Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...

Specializzazione

  • Ginecologo