Anonimo

chiede:

Salve, una settimana fa mi è stato chiesto esplicitamente dall’azienda per cui lavoro di dare le dimissioni il 1° di gennaio 2006 in quanto l’azienda deve fare dei tagli. Io ho detto che andava
bene perché lavoro qui da 4 anni, è una piccola azienda e avevo già deciso da tempo di cambiare lavoro. In ufficio siamo in due segretarie, la mia collega ha scoperto di essere incinta in questi giorni e ieri anch’io ho fatto un test di gravidanza perché avevo un ritardo ed è risultato positivo! Ho 35 anni e sono alla mia terza gravidanza. Al di là della mia difficoltà a comunicare questa notizia alla mia collega e al mio datore di lavoro, mi domandavo se, nel caso di dimissioni, io abbia diritto comunque alla maternità obbligatoria e al permesso di maternità successivo o no. Credo mi convenga restare qui fino al permesso di maternità ma non lo faccio volentieri perché con il mio datore di lavoro ci sono delle forti incomprensioni e vorrei passare una gravidanza serena. Vi ringrazio anticipatamente.

Redazione

Redazione

risponde:

Salve, in caso di dimissioni ha diritto alla disoccupazione. Se entra nel VII^ mese di gravidanza entro i 60 giorni dal “licenziamento” ha diritto al pagamento diretto della maternità obbligatoria da parte dell’Inps. Se entra nel VII^ mese mentre è in disoccupazione la prestazione si blocca e, usufruita tutta la maternità la disoccupazione riprende fino alla naturale scadenza. Cordialità

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande
Ti è stato utile?
Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...

Specializzazione

  • Avvocato