La plica nucale più spessa è sempre sintomo di "qualcosa che non va"?

Anonimo

chiede:

Gentili dottori, ho 31 anni e sono alla mia 1°gravidanza. Il 18
Novembre scorso, a 11settimane e 3 gg, ho fatto la translucenza nucale, che
purtroppo non ha dato un buon esito: CRL 48mm, NT 2.5mm, osso nasale
visualizzato. È stato calcolato un rischio di 1 su 138 per sindrome di
Down. Ho già fatto la villocentesi e aspetto l’esito. Se da questo non
risultassero alterazioni cromosomiche, alla 20°settimana gestazionale
dovrò
sottopormi all’ecocardiogramma fetale per escludere possibili
cardiopatie. A
questo punto mi chiedo: se anche queste venissero escluse, considerando i
valori della TN, che probabilità avrebbe il mio bambino di essere affetto
da
altre patologie non diagnosticabili nel periodo prenatale? Devo
rassegnarmi
al fatto che una plica nucale più spessa del normale sia sempre sintomo
di
“qualcosa che non va”? Vi ringrazio.

Cara Silvia,
una TN di 2.5 non significa necessariamente problemi fetali, soprattutto se
regredisce rapidamente.
Sia fiduciosa e vedrà che tutto andrà per il meglio.
Un saluto

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande
Ti è stato utile?
Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...

Specializzazione

  • Ginecologo