Anonimo

chiede:

Ho 41 anni.
Mi sono sottoposta alla prima inseminazione intrauterina. Ho seguito la terapia con Clomid (50 mg per 7 giorni) dall’inizio del
ciclo poi al 15° giorno l’inseminazione. Non ho assunto nessun altro farmaco. Risultati negativi. Sto iniziando il secondo ciclo di terapia. Vorrei
sapere se è stato seguito un percorso corretto. Per esempio l’inseminazione non
si deve ripetere a distanza di 24 e 48 ore? E non è previsto il cosiddetto sostegno della fase luteale con l’assunzione di progesterone? Grazie

Gentile Signora Giusy,
in genere si consiglia l’inseminazione intrauterina in una donna della sua
età, solo se i valori di base dell’FSH rientrano nei limiti di norma, ma
soprattutto se la ricerca figli non dura da più di 8 mesi/un anno e
ovviamente anche il liquido seminale deve avere caratteristiche di normalità
o lieve patologia.
Detto questo la terapia con 50 mg di Clomid potrebbe non essere sufficiente
per questo tipo di programma, inoltre è fondamentale temporizzare
l’inseminazione con una fiala di HCG e supportare la seconda fase del ciclo
con del progesterone.
Cordiali saluti,

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Ginecologo