Indennità di maternità in cassa integrazione - GravidanzaOnLine

"Come viene calcolata l'indennità di maternità in cassa integrazione?"

Anonimo

chiede:

Buongiorno, le scrivo per avere un’informazione per quanto riguarda la maternità e la cassa integrazione. Il 9 aprile sono entrata in maternità obbligatoria, nel mese di marzo sono stata messa in cassa integrazione per via dell’emergenza COVID-19. Volevo sapere se la maternità viene calcolata sullo stipendio presunto di marzo (ciò che avrei dovuto percepire) anche se in Cassa o se, invece, verrà calcolata sul mese di febbraio nel quale ho lavorato. Lo chiedo perché le mie ore da contratto in questi due mesi sono cambiate. La ringrazio!

Avv. Sara Girelli

Avv. Sara Girelli

risponde:

Buongiorno signora, tra maternità e cassa integrazione la prima prevale, sempre. Non vi è alcun dubbio in merito e le donne che si trovino in maternità possono stare tranquille se l’azienda ha sospeso l’attività per COVID-19 e ha avuto accesso alla cassa integrazione ordinaria o in deroga che sia. L’indennità di maternità e quindi la retribuzione a essa collegata prevale sempre sulla cassa integrazione, in altre parole il trattamento economico della prima prevale sul secondo.La maternità dà diritto all’80% della retribuzione giornaliera, ma alcuni contratti collettivi prevedono anche il 100%, festività comprese. La cassa integrazione prevede in linea di massima l’80% della retribuzione. Nel suo caso, il calcolo è fatto sulla retribuzione del mese in corso.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Avvocato

Categorie